L’offerta di vetture compatte per la città, dall’aspetto simpatico e dalla dotazione sufficientemente completa si arricchirà prossimamente di una nuova arrivata: la Chevrolet Spark EV. Mostrata al recente Salone di Ginevra e derivata dall’omonima utilitaria americana, questa versione punta sulla propulsione elettrica per convincere anche i clienti più scettici e lo fa portando in dote flessibilità e praticità, senza dimenticare la possibilità di ricaricare velocemente la batteria in una ventina di minuti.

La Chevrolet Spark elettrica è dotata di un motore a magneti permanenti raffreddato a olio e in grado di erogare una potenza massima di 130 cavalli, consentendo alla citycar di scattare da 0 a 100 km/h in 8,5 secondi. L’unità ha il pregio di essere stata progettata e realizzata interamente da Chevrolet, andando a rappresentare così una vera e propria “prima volta” per un costruttore americano.

La batteria agli ioni di litio da 21 kWh di cui è fornita la Spark EV consente un’autonomia di 130 chilometri ed è ricaricabile per l’80% in venti minuti. Il merito di tale caratteristica è dovuto al sistema a corrente continua che consente inoltre di effettuare la ricarica rapida più volte nello stesso giorno senza per questo pregiudicare la durata della batteria. È ovviamente possibile effettuare un pieno di energia elettrica da una normale presa da 230 V a corrente alternata, impiegando in questo caso circa sei o otto ore per completare l’operazione.

Chevrolet calcola poi che la Spark elettrica possa far risparmiare ai clienti fino a 7.000 euro di carburante in cinque anni rispetto a quanto richiesto da un modello analogo ma alimentato in maniera tradizionale.

La compatta a zero emissioni arriverà sul mercato americano in estate e offrirà una garanzia di otto anni o 160 mila chilometri sulle batterie. Il debutto in Europa è previsto invece entro il 2014.

30 aprile 2013
Lascia un commento