La Bmw i3 non ha avuto finora un ruolo di rilievo nel bilancio complessivo delle vendite del gruppo Bmw e forse non lo avrà mai, ma quel che più contava con il lancio della compatta elettrica non erano i numeri assoluti, quanto l’idea che il marchio tedesco fosse presente in una nicchia indicata da molti come ad alto tasso di crescita nei prossimi anni.

La prima vettura elettrica della storia di Bmw ha venduto a metà dell’anno in corso 5.396 unità, facendo registrare un picco di ordini proprio nel mese di giugno appena passato, quando hanno trovato un proprietario più di 1.200 i3. La piccola a zero emissioni ha ricevuto una buona accoglienza in Europa, ma anche i mercati dell’Asia e quelli del Nord America hanno dimostrato un discreto interesse.

Nel 2014 il gruppo Bmw ha festeggiato una netta crescita complessiva, riuscendo a superare la quota di un milione di vetture prodotte e attestandosi per la precisione a 1.020.211 veicoli immatricolati.

Tornando alla Bmw i3, si comprende chiaramente come i poco meno di 5.400 esemplari distribuiti non siano rilevanti nel computo totale, ma va detto che la domanda per il modello appare buona, tanto che la casa bavarese ha dichiarato di avere alcune migliaia di ordini in arretrato che al momento non è stato possibile soddisfare, non agli attuali ritmi di produzione almeno.

Insomma per la piccola a zero emissioni di Monaco di Baviera l’avventura commerciale procede discretamente, nell’attesa che in futuro la gamma di veicoli “alternativi” si ampli, a partire dalle nuove Bmw i5 e Bmw i8.

11 luglio 2014
In questa pagina si parla di:
bmw
I vostri commenti
maurizio bindi, sabato 12 luglio 2014 alle12:11 ha scritto: rispondi »

Abito in una casa in classe A ad impatto zero ed ora ho acquistato una bmw i3 elettrica così sono ad impatto zero al 100 x 100

Lascia un commento