Le principali sfide dell’industria delle auto elettriche sono l’aumento dell’autonomia delle batterie e la riduzione dei costi dei veicoli a zero emissioni. Sfide che possono essere vinte solo unendo le competenze acquisite dai vari costruttori e collaborando con gli istituti di ricerca allo sviluppo di nuove tecnologie, più efficienti, economiche e durature. L’Università di Pisa fornirà il suo contributo all’auto elettrica del futuro proprio sul fronte delle batterie agli ioni di litio.

Ad annunciarlo in una nota è l’ateneo pisano, illustrando i dettagli della sua partecipazione al progetto europeo 3CCar – “Integrated Components for Complexity Control in affordable electrified cars”.

Il progetto di ricerca avrà una durata di 3 anni e verrà finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito di un programma comunitario più ampio ribattezzato H2020. Il programma di finanziamenti mira a sviluppare tecnologie innovative e a basse emissioni in diversi settori: dalla mobilità sostenibile all’energia.

Secondo l’ateneo pisano il progetto europeo 3CCar è uno dei più interessanti tra quelli finanziati dall’UE. I ricercatori toscani avranno l’opportunità di lavorare insieme alle aziende leader della mobilità elettrica, portando avanti la ricerca sui semiconduttori con gli ingegneri di Infineon, NXP, Siemens, Daimler, Solbian e BMW. Al progetto parteciperanno oltre 50 partner, tra aziende del settore automotive e istituti di ricerca di 11 diversi Paesi europei.

L’obiettivo principale del progetto è lo sviluppo di tecnologie più efficienti in grado di far decollare il mercato delle auto elettriche, riducendo le emissioni di gas serra legate ai trasporti. I tempi sono ormai maturi per l’uscita dei veicoli elettrici dalla nicchia ma occorrono tecnologie più competitive per conquistare il mercato di massa. L’Università di Pisa lavorerà a una batteria intelligente, più sicura, economica ed efficiente.

I ricercatori si concentreranno sullo sviluppo di sofisticati algoritmi di gestione che permetteranno di ridurre i costi e di aumentare l’autonomia delle auto elettriche. L’Università di Pisa da tempo è impegnata nello sviluppo dell’elettronica di controllo per le batterie agli ioni di litio. A portare avanti le ricerche in questo settore sono le équipe del professor Roberto Saletti e del professor Roberto Roncella.

20 novembre 2015
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento