Potrebbe giungere dal Canada una possibile soluzione in grado di mettere fine al problema dei tempi di ricarica per le auto elettriche. A presentare una novità in questo campo è la società Hydro-Québec, che ha annunciato di essere al lavoro su un sistema di ricarica per veicoli elettrici in grado di riempire completamente le batterie agli ioni di litio di un mezzo EV in circa cinque minuti.

La società canadese si basa su uno studio ultra trentennale sulle batterie e sta portando avanti il progetto in collaborazione con il Dipartimento per l’energia degli USA. Al momento i ricercatori sono riusciti a mettere a punto un sistema in grado di ricaricare una piccola batteria agli ioni di litio, con potenza sufficiente ad alimentare un PC portatile, in appena un minuto, aprendo così la via ad applicazioni simili su accumulatori più grandi come quelli che trovano posto sulle auto elettriche.

A capo del progetto c’è Karim Zaghib, un ricercatore al lavoro sulle batteri fin dal 1986. L’obiettivo è quello di portare i tempi di ricarica di un veicolo elettrico ai livelli di un rifornimento di benzina o diesel su un modello tradizionale, andando così ad eliminare completamente un problema che è da sempre il limite più grosso con cui si è scontrata la propulsione elettrica e che rappresenta un vero e proprio freno alla sua diffusione.

Hydro-Québec e il Dipartimento per l’energia USA contano di poter arrivare al brevetto dell’innovativo sistema di ricarica entro la fine del 2012, per poi poter passare alla commercializzazione negli anni seguenti.

12 giugno 2012
Fonte:
I vostri commenti
RenatoG, mercoledì 13 giugno 2012 alle6:35 ha scritto: rispondi »

Ma come ?... Per molto tempo la velocità di ricarica delle elettriche è stata una barzelletta ed ora con gli annunci delle ricariche delle macchine ad aria compressa in 2 minuti , tirano fuori che loro ci riescono in 5 minuti …Hummm !???... Come già detto altrove , dare credito alle varie teorie complottistiche potrebbe essere un pregiudizio , ma che la conoscenza e l’evoluzione tecnologica sia imbrigliata da poteri occulti fa comunque pensare e dubitare !....

Lascia un commento