Il Ministero dei Trasporti ha autorizzato l’apertura della prima stazione di ricarica veloce per le auto elettriche sulla A1-diramazione Roma Sud. I proprietari di veicoli elettrici potranno finalmente ricaricare il mezzo presso le aree di servizio Frascati Est e Ovest.

A dare l’annuncio è l’Adiconsum, che da mesi sollecitava l’apertura della stazione di ricarica sulla A1. Il progetto ultimato da tempo non aveva ancora ricevuto il via libera del Ministero dei Trasporti. Un ritardo inspiegabile che aveva causato non pochi disagi ai proprietari di auto elettriche.

La prima fase sperimentale durerà un anno e prevede il parcheggio e la ricarica gratuita ai soli clienti Telepass registrati. Pietro Giordano, presidente nazionale di Adiconsum, ha espresso soddisfazione per l’apertura della stazione di ricarica sulla A1, sollecitando un maggiore impegno di Autostrade per l’Italia sul fronte della mobilità elettrica:

L’apertura della piazzola è importante, perché si tratta di una stazione a ricarica veloce che permetterà a chi possiede un veicolo elettrico di esercitare lo stesso diritto al transito veicolare degli altri automobilisti.

Il presidente dell’Adiconsum fa notare che le auto elettriche e ibride sono sempre più diffuse. I proprietari di veicoli ecologici hanno diritto a ricevere servizi adeguati al pari degli altri automobilisti. Come ha sottolineato Giordano:

Quello dell’E-mobility, come evidenziato non solo dai sondaggi tra i consumatori, ma anche dalla presentazione di tanti modelli nelle versioni elettriche/ibride nei recenti saloni di automobili non è più un mercato di nicchia, ma è già una realtà e lo sarà sempre di più nel prossimo futuro.

Per Giordano non è più tempo di sperimentazioni. L’Adiconsum invoca una rete di ricarica veloce con colonnine diffuse in modo capillare sul territorio nazionale. Gli automobilisti dovranno riuscire a ricaricare velocemente e facilmente l’auto elettrica, in tutte le stazioni di servizio stradali e autostradali e nelle stazioni di rifornimento dei carburanti tradizionali.

L’associazione sollecita il Governo a rendere operativo l’aggiornamento del Piano Nazionale delle ricariche elettriche (PNIRE) approvato dal Cipe. Il piano prevede l’installazione di centinaia di colonnine per la ricarica veloce.

Adiconsum invita infine le istituzioni ad aprire un tavolo sulla mobilità elettrica con i rappresentanti dei consumatori. L’associazione sta già raccogliendo proposte e suggerimenti per migliorare i servizi offerti agli automobilisti tramite la pagina Facebook “Consumatori di auto elettriche”.

9 febbraio 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
Mauro, mercoledì 24 febbraio 2016 alle20:58 ha scritto: rispondi »

Salve, in zona sud di torino rendiamo disponibile terreno idoneo poiché costeggia la provinciale che collega torino al mare ligure. E' stato previsto un contatore idoneo per le colonnine di ricarica elettrica ... voi cortesemente inviateci contatti con i centri di raccolta al fine di impiantare la piccola stazione con sopra la pensilina fotovoltaico. Grazie e a presto!

pierluigi biagioni, martedì 9 febbraio 2016 alle19:49 ha scritto: rispondi »

Sulla A 12 ligure, un ottima stazione potrebbe essere impiantata sull'area di sosta "Campodonico " nella tratta Chiavari-Rapallo nella direzione Rapallo.....

Gaetano, martedì 9 febbraio 2016 alle13:28 ha scritto: rispondi »

Era ora che si interessassero all'ambiente e non solo alle tasche di alcuni, cercate di capire che l'aria inquinata la respiriamo tutti ricchi e poveri quindi per evitare di essere complici di circa 88000 morti all'anno solo in Italia e siamo anche i peggiori tanto per cambiare (per l'inquinamento) comprate auto elettriche o idrogeno e basta con questa dipendenza dal petrolio che porta solo guerre morti e tanti conflitti di interesse. Evviva l'elettrico evviva la vita evviva l'ambiente evviva evviva evviva!!!!!!

Lascia un commento