La Apple potrebbe fare presto il suo debutto sul fiorente mercato delle auto elettriche. Il colosso informatico americano, stando alle ultime indiscrezioni, starebbe infatti progettando di realizzare una iCar. La notizia è trapelata da centinaia di lavoratori della Apple che hanno rivelato di essere al lavoro su un progetto top secret noto con il nome in codice di Titan.

Secondo quanto rivelato al Wall Street Journal da fonti molto vicine alla compagnia, la Apple, come è nel suo stile, non intende semplicemente produrre un’auto elettrica, ma intende rivoluzionare il mercato dei veicoli a batteria proprio come l’iPhone ha rivoluzionato il mercato degli smartphone.

A giudicare dall’alto numero di persone coinvolte nel progetto Titan la Apple intende fare sul serio. Ad avvalorare le voci sul debutto del colosso informatico nel mercato dei veicoli a zero emissioni c’è anche una significativa assunzione avvenuta lo scorso anno. La Apple ha infatti assunto il designer industriale Marc Newson che nel 1999 progettò una concept car per uno dei più importanti colossi automobilistici americani: la Ford.

Dalle prime informazioni trapelate emerge che il progetto Titan è stato avviato dal CEO della Apple Tim Cook circa un anno fa. Cook ha chiamato Steve Zadesky, vice presidente del product design, a coordinare il team impiegato nel progetto. Zadesky ha ottenuto l’autorizzazione a dirottare su Titan ben mille dipendenti della compagnia. Molte persone che volevano lasciare la Apple sono state convinte a rimanere per lavorare al nuovo progetto.

La Apple avrebbe aperto un laboratorio di ricerca nella Silicon Valley, in California, in una località su cui è stato mantenuto il più stretto riserbo. Il centro di ricerca automotive si trova al di fuori del campus di Cupertino dove la Apple ha la sua sede principale. Tutti questi dettagli fanno supporre che il progetto della compagnia sia ancora a uno stadio embrionale. Potrebbero dunque passare diversi anni prima che la iCar della Apple veda la luce.

Diversi analisti si mostrano scettici e dubitano che dietro il progetto Titan si nasconda un’auto elettrica firmata Apple. La compagnia non avrebbe al momento le infrastrutture e i mezzi necessari per una produzione di auto su scala industriale. D’altra parte, una multinazionale che vanta un fatturato di 178 miliardi di dollari potrebbe mettere in piedi un’industria automobilistica di tutto rispetto senza battere ciglio anche in pochissimo tempo.

La compagnia informatica inoltre non è proprio completamente alle prime armi nell’industria automotive. In passato la Apple infatti ha già collaborato con colossi come la Daimler, la Volvo e la Volkswagen per sviluppare Car Play, un sistema integrato nell’interfaccia nativa delle auto che permette di comunicare con l’iPhone in totale sicurezza, effettuando chiamate e impartendo comandi mentre si è alla guida del veicolo.

Il progetto Titan della Apple, secondo quanto trapelato, non dovrebbe seguire le orme del rivale Google che da anni lavora a un’auto senza conducente. Apple mira piuttosto a competere con la Tesla. La scorsa settimana un utente, presentatosi come un dipendente della Apple, ha inviato una mail al sito Business Insider sostenendo che il progetto Titan darà del filo da torcere proprio alla compagnia di Elon Musk.

16 febbraio 2015
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento