È arrivato il momento di una iCar, un’auto elettrica targata Apple? Secondo quanto riporta oggi CNN Money, un analista finanziario della banca inglese Berenberg, Andaan Ahmad, avrebbe consigliato al CEO Tim Cook di portare Tesla nella “famiglia” Apple, acquisendone il controllo. Tralasciando i discorsi finanziari che non interessano in questa sede, la collaborazione tra i due marchi potrebbe aiutare non poco lo sviluppo del mercato delle auto elettriche.

Secondo quanto indicato da Andaan Ahmad, Apple potrebbe rifornire le auto elettriche del proprio sistema operativo per il computer di bordo, per l’interfaccia utente, e per le altre componenti elettroniche, sempre più fondamentali nelle auto di oggi e di domani. Si parla anche di una rete Internet dedicata alle auto elettriche, nata dalla collaborazione tra Apple e AT&T per mettere in comunicazione le vetture dotate di questo dispositivo, un po’ come accade oggi con i rilevatori satellitari.

Una cosa è certa: se Apple decidesse di entrare davvero nel mercato dell’auto potrebbe dare un impulso al mercato delle elettriche. Resta da capire se la società di Cupertino possa essere interessata a Tesla e abbia la capacità di pagare i 20 miliardi di dollari che corrispondono alla valutazione attuale in Borsa di Tesla.

Intanto, in qualche modo, i destini di Apple e Tesla si stanno già incrociando. Doug Field, che ha guidato lo sviluppo di progetti importanti come MacBook Air, MacBook Pro e iMac, è stato assunto da Elon Musk per dare una marcia in più ai nuovi modelli di auto elettriche. Questa collaborazione potrebbe già dare i suoi frutti nella Tesla Model E che vedrà la luce tra il 2016 e il 2017, nella cosiddetta terza generazione di auto elettriche.

30 ottobre 2013
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento