Renault e Qualcomm Incorporated, società americana attiva nella ricerca di soluzioni per le comunicazioni senza fili, hanno annunciato la firma di un protocollo d’intesa che apre la strada a una futura collaborazione tra i due gruppi, con lo scopo di portare la tecnologia di ricarica wireless sui modelli elettrici che il costruttore automobilistico francese lancerà in futuro.

Al centro dell’accordo c’è la tecnologia Qualcomm Halo Wireless Electric Vehicle Charging (WEVC) , che prevede una fase di ricerca che si svolgerà a Londra in cui le due aziende collaboreranno cercando di valutare i vantaggi, dal punto di vista commerciale, che la ricarica wireless in ambito automobilistico potrà assicurare.

Secondo quanto spiegato da Jacques Hebrard, direttore dei progetti avanzati Energia e Ambiente di Renault:

La nostra partecipazione alla sperimentazione WEVC di Londra, al fianco di Qualcomm, completa in modo perfetto il programma europeo di ricerca e sviluppo guidato da Renault, che riunisce 10 partner e che ha come obiettivo quello di testare la ricarica senza fili dei veicoli elettrici in un contesto pubblico, privilegiando costantemente la qualità delle performance e la sicurezza. L’implementazione della tecnologia di ricarica a induzione senza fili richiede però che ci sia compatibilità tra i veicoli e i servizi di ricarica, con norme europee, o come speriamo mondiali, comuni.

L’iniziativa di Renault e Qualcomm è solo uno dei progetti di ricerca sulla ricarica wireless che diversi costruttori automobilistici stanno approntando in questi mesi e conferma come, tra gli addetti ai lavori, per il successo dell’auto elettrica viene giudicato fondamentale svincolare le operazioni di ricarica dai vincoli legati alla connessione tramite gli appositi cavi tra vettura e impianto erogatore di energia.

27 luglio 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento