Dopo essere stata per un paio di settimane lo scorso agosto la capitale mondiale dello sport, avendo ospitato con successo i Giochi Olimpici, Londra potrebbe ora avviarsi a diventare una delle città più all’avanguardia per quanto riguarda lo sviluppo e la promozione della mobilità elettrica. La novità delle ultime ore riguarda la creazione di un piano che mira a realizzare una capillare rete di ricarica dedicata ai veicoli a zero emissioni.

Il progetto ha portata nazionale e vede impegnata la POD Points che ha messo a punto il sistema PAYG, ovvero il network “pay-as-you-go”, che consente ai guidatori di un’auto elettrica o ibrida di ricaricare da qualsiasi colonnina pubblica presente nel luogo in cui ci si trova senza l’obbligo di siglare un abbonamento con la società fornitrice e pagando unicamente la quantità di energia erogata sul momento. Tale soluzione ha il compito di snellire le operazioni di accesso alla ricarica e contemporaneamente svincolare l’utente da ogni tipo di legame come può essere la stipula di un abbonamento.

Una delle ulteriori novità offerte dalla soluzione PAYG di POD Points consiste nel sistema di pagamento progettato, che consente agli automobilisti di attivare la ricarica semplicemente tramite l’invio di un SMS alla società fornitrice del servizio, che, una volta aver confermato il pagamento, sbloccherà l’erogazione della corrente elettrica presso la colonnina per la quale è stata fatta la richiesta. In totale la nuova rete sarà in grado di supportare fino a 4.000 punti di ricarica entro il 2014, mentre sono al momento 200 quelli già attivi e abilitati al nuovo sistema di pagamento.

4 settembre 2012
Fonte:
I vostri commenti
Antonio, giovedì 6 settembre 2012 alle17:40 ha scritto: rispondi »

volevo capire il costo di un chilowat alla pompa qualè

Lascia un commento