Per ridurre le emissioni degli spostamenti istituzionali il Senato italiano ha deciso di puntare sulle auto elettriche. La decisione è stata presa con il consenso di diverse forze politiche. A far partire l’iniziativa sono stati i senatori De Poli, dei Popolari, Malan, di Forza italia, e Bottici del Movimento 5 Stelle, i tre questori di Palazzo Madama.

La scelta, effettuata dalla Consip, è ricaduta sulle Renault Zoe che andranno a rinfoltire il parco auto istituzionale, ridotto ormai all’osso dopo le recenti polemiche sull’uso indiscriminato dei veicoli di rappresentanza.

I senatori da ieri hanno a disposizione in tutto 4 Renault Zoe Full Electric, pari al 40% del parco auto messo a disposizione del Senato esclusivamente per lo svolgimento delle funzioni istituzionali. Il costo annuale delle auto per le casse pubbliche sarà di 8 mila euro, pari a 650 euro al mese.

Le utilitarie ordinate dai tre questori sono di colore bianco per sottolineare la sostenibilità dei veicoli e trasmettere ai cittadini un’immagine positiva dei rappresentanti delle istituzioni, capace di cancellare lo scandalo delle auto blu, veicoli solitamente lussuosi, blindatissimi e inquinanti.

Le Renault Zoe non saranno blindate e verranno usate dai senatori perlopiù per gli spostamenti nell’area metropolitana.

I modelli in dotazione al Senato sono in grado di raggiungere una velocità massima di 135 km/h e non generano inquinamento, dato non trascurabile in una città come Roma con livelli di smog molto alti. L’autonomia complessiva è di 200 chilometri, ma ovviamente varia in base allo stile di guida, più o meno “ecologico”.

I veicoli a zero emissioni potranno essere riforniti in breve tempo di elettricità presso le 4 colonnine per la ricarica veloce di recente installazione, su cui è stato apposto il logo del Senato.

Domani alle 10:30 è in programma la presentazione ufficiale delle auto elettriche di Palazzo Madama. Alla cerimonia parteciperà anche il presidente del Senato Grasso che testerà personalmente le auto elettriche.

Il senatore Antonio De Poli ha spiegato che la cerimonia di domani è un appuntamento significativo:

È dalle istituzioni che deve venire l’esempio nell’impegno alla salvaguardia dell’ambiente in una delle città più belle del mondo.

A marzo a dotarsi di 6 Renault Zoe era stato il Comune di Lucca grazie ai contributi della Regione Toscana.

17 giugno 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
I vostri commenti
Franco, lunedì 22 giugno 2015 alle20:35 ha scritto: rispondi »

Però potevano pagarsele con quello che prendono?

Lascia un commento