L’auto elettrica piace sempre più agli italiani e la conferma arriva pure dai numeri. Infatti, al recente Dealer Day tenutosi a Verona, una fiera che riunisce i professionisti della vendita in ambito motoristico, sono stati resi noti i dati ottenuti da un sondaggio di Interauto, secondo i quali tre italiani su quattro tra gli intervistati prenderanno in considerazione un veicolo elettrico quando dovranno acquistare una nuova auto.

Si tratta di una fetta consistente, pari esattamente al 75%, dei potenziali nuovi acquirenti che potrebbe abbandonare la tradizionale alimentazione a benzina e diesel per un veicolo a zero emissioni, il quale verrebbe scelto da molti degli intervistati proprio per il contenuto impatto ambientale, mentre alcuni di questi vedono in questa scelta un modo per risparmiare visti gli alti costi raggiunti dai carburanti di origine fossile. Per alcuni, inoltre, acquistare un’auto elettrica è più una scelta di stile o di tendenza, un modo per distinguersi dal resto degli automobilisti e senza alcuna implicazione di carattere ambientale o economica.

Dallo studio si evince inoltre che attualmente lo scoglio principale da superare per l’acquisto di un’auto elettrica è legato agli alti costi d’acquisto che una simile scelta comporta, cifre ancora oggi non ammortizzate da eventuali incentivi e ai quali si aggiungono le difficoltà nel trovare una rete di assistenza e di ricariche adeguate in tutto il territorio nazionale.

Insomma l’auto elettrica piace perché inquina poco e fa risparmiare sulla spesa per il carburante, ma per una sua diffusione capillare servono politiche ben precise, che ne incentivino l’acquisto e che aiutino le aziende del settore a realizzare le costose infrastrutture necessarie a renderne possibile il suo utilizzo.

12 maggio 2011
Lascia un commento