Automobilisti d’Italia amici dell’ambiente. Questo è quanto sembra emergere da uno studio sulle abitudini “verdi” degli italiani dell’Osservatorio sui servizi della Linear Assicurazioni e realizzato dall’Istituto Nextflora. Attenzione ai modelli green al momento dell’acquisto di una nuova vettura e pratiche di risparmio carburante tra le percentuali più rilevanti.

Attenzione per l’ambiente che raggiunge percentuali altissime in caso di acquisto di un’auto nuova, che ben il 96% degli automobilisti ritiene debba essere ecologica e attenta ai consumi. Riscontri positivi anche per quanto riguarda le ipotesi auto elettriche (22%) e ibride (17%), prese in considerazione da circa un italiano su cinque. Bene anche per quanto riguarda le abitudini alla guida, mentre ancora indietro rispetto all’Europa per quanto riguarda le soluzioni green in condivisione come ad esempio il bike-sharing.

Nelle pratiche al volante, il rispetto dell’ambiente passa soprattutto attraverso tre metodi legati al risparmio di carburante. Il 58% degli automobilisti dichiara di mantenere un’andatura costante così da evitare accelerazioni e frenate improvvise, mentre il 51% afferma di spegnere la propria auto mentre sono fermi a causa di lunghe code. Cerca su internet possibili percorsi alternativi per ridurre il tragitto il 26% degli intervistati.

Il 47% richiede il potenziamento del servizio di trasporto pubblico, mentre più di un italiano su quattro (28%) si dichiara pronto a lasciare l’auto a casa in cambio di un servizio pubblico efficiente. Nonostante ne richieda l’ampliamento il 17% degli automobilisti, il sistema di bike-sharing risulta molto indietro rispetto alle città europee. Nel continente il valore minimo di Bruxelles con 2.500 bici (massimo raggiunto a Parigi con 20.000) risulta nettamente maggiore del sistema più sviluppato italiano, quello di Milano (1.800 bici in condivisione).

13 gennaio 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento