Parigi ha imboccato la strada della mobilità sostenibile e procede ad alta velocità. Il sindaco della capitale francese, Anne Hidalgo, ha annunciato un piano per migliorare la qualità della vita dei parigini e la vivibilità della città. Tra i punti principali del programma figurano la messa al bando delle auto diesel. Nelle intenzioni del sindaco, ai veicoli diesel, altamente inquinanti, dovrebbe essere vietata completamente la circolazione in città per ridurre lo smog.

Le auto diesel nei decenni scorsi sono state appoggiate in Europa proprio per diminuire l’inquinamento causato dal traffico, in sostituzione di quelle a benzina. Oggi, però, dopo accurate analisi, è emerso che neanche i sistemi antinquinamento più avanzati riescono a ridurre l’impatto delle auto diesel e che proprio nelle aree densamente popolate, come quelle urbane, questi veicoli generano livelli di smog maggiori e rischiosi per la salute pubblica. Le auto diesel emettono infatti diossido di azoto, uno dei gas serra più pericolosi, collegato a un maggiore rischio di cancro ai polmoni.

I livelli di NO2 superanno i limiti fissati dall’UE in molte capitali europee, tra cui Roma e Parigi. La popolazione è d’accordo con la messa al bando dei veicoli diesel. Chi acquisterà un’auto più efficiente usufruirà di incentivi. Oggi il 60% dei parigini non ha un’auto rispetto al 40% del 2001. In futuro questa percentuale è destinata a salire ulteriormente.

Oltre a mettere al bando le auto diesel entro il 2020, l’amministrazione di Anne Hidalgo ha intenzione di favorire l’utilizzo di mezzi ecologici per gli spostamenti in città. Il sindaco punta molto sulle biciclette. Per questo motivo nei prossimi anni ha intenzione di raddoppiare le piste ciclabili urbane, per permettere ai ciclisti di muoversi in sicurezza e velocemente raggiungendo anche zone ora sprovviste di percorsi ciclabili.

La città favorirà inoltre la mobilità elettrica, incentivando l’acquisto di flotte a zero emissioni per i servizi di car sharing. Il sindaco ha intenzione di limitare l’ingresso in centro ai bus turistici e di creare vaste isole pedonali nelle zone più centrali della città. Una serie di misure che renderanno senz’altro Parigi una metropoli più pulita e più sana.

12 dicembre 2014
Fonte:
Lascia un commento