La Sharing Economy italiana si arricchisce di un nuovo servizio: la condivisione della propria auto. A promuovere l’alternativa al noleggio tradizionale, pensata soprattutto per i turisti, sono stati gli imprenditori dell’agenzia bolognese Lo Studio tramite la piattaforma Auting.

Come spiegato in un’intervista a La Repubblica da Lorenzo Osti, uno degli ideatori di Auting, la soluzione è nata per ridurre lo spreco di denaro che svuota le tasche di migliaia di automobilisti. Possedere un’auto comporta spese fisse annue elevate: dalla manutenzione al bollo, dall’assicurazione alla revisione.

=> Leggi i dati sull’utilizzo di auto condivisa in Italia

I proprietari di veicoli che lasciano spesso l’auto in garage non ammortizzano a sufficienza i costi, che possono arrivare a sfiorare i 3.500 euro all’anno. Una cifra esorbitante, dal momento che i veicoli restano inutilizzati nel box o nelle aree di sosta per ben il 95% del tempo.

Per questo motivo l’azienda ha deciso di creare una piattaforma in cui le auto poco utilizzate possono essere messe facilmente a disposizione di chi ne ha bisogno, a tariffe più basse rispetto ai listini delle società di noleggio. Secondo la società i costi del noleggio su Auting partono da 20 euro al giorno e sono inferiori del 30% rispetto al noleggio tradizionale.

=> Scopri i motivi del boom di auto e bici condivise in Italia

Per usufruire del servizio, accessibile anche da smartphone, l’utente deve collegarsi al portale di Auting e iscriversi, fornendo come informazioni preliminari il modello della propria auto e il numero di giorni in cui resta ferma nel corso di una settimana. A determinare il prezzo di noleggio è il proprietario dell’automobile che può gestire in piena autonomia il calendario, similmente a quanto avviene con gli appartamenti condivisi su AirBnb.

Per promuovere il ricorso al noleggio su Auting la società ha riservato una serie di vantaggi agli utenti. Un’apposita polizza assicurativa stipulata con Reale Mutua, Aon e Nobi copre eventuali danni all’auto o subiti dal conducente. Inoltre i clienti possono contare su un servizio di assistenza stradale attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Per rendere più sicuro il servizio i proprietari dell’auto condivisa su Auting e i conducenti che hanno noleggiato il veicolo privato possono lasciare sul sito dei feedback reciproci sull’esperienza.

In questo modo altri utenti potranno scegliere i veicoli migliori e ridurre al minimo il rischio di incappare in persone poco affidabili. Il noleggio su Auting sarà attivo a partire da gennaio 2017 nelle città di Bologna, Milano, Torino e Rimini.

5 dicembre 2016
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento