Auto a metano: tutti i modelli presentati al Salone di Ginevra 2013

Le automobili a metano saranno protagoniste anche durante il Salone di Ginevra 2013, l’evento internazionale che prenderà il via il prossimo 7 marzo presentando al pubblico tutte le più interessanti novità del settore. L’edizione che si aprirà tra poco meno di un mese nella città svizzera sarà la numero 83 e vedrà la presenza di cinque dei modelli a gas naturale più rappresentativi tra quelli offerti sul mercato.

Gli spazi espositivi del Salone di Ginevra ospiteranno la Fiat Panda 0.9 Twinair Natural Power, ovvero la versione a basse emissioni della citycar italiana che unisce i vantaggi della propulsione a metano con la compattezza e l’economicità del bicilidrico Twinair di 900cc. La Fiat Panda a metano promette un risparmio medio di circa 570 euro all’anno ed eroga una potenza di 80 cavalli. La piccola utilitaria di Fiat può vantare inoltre emissioni di CO2 pari a 77 g/km, mentre il consumo medio si attesta sui 3,1 chilogrammi di gas ogni 100 chilometri percorsi (equivalente a 4,8 litri di benzina).

>>Scopri i vantaggi legati alla nuova Fiat Panda a metano

Parlando di modelli popolari non può mancare a Ginevra la Volkswagen Golf 7 TSI EcoFuel. La compatta di Wolfsburg è da 36 uno dei modelli più venduti nei vari mercati europei e la versione bi-fuel a metano è in grado di funzionare anche a biogas, estendendo in tal modo i benefici sull’ambiente derivanti dall’uso del gas naturale come carburante primario. Il tutto, ovviamente, in attesa che nel 2015 si concretizzi l’esordio sulle strade della nuova Volkswagen Golf 7 ibrida.

>>Scorpi Volkswagen Golf 7 TSI EcoFuel alimentata a metano

Sempre in casa Volkswagen, ma sul versante Seat, si segnala la presenza della nuova Seat Mii EcoFuel. La vettura mantiene le doti di cittadina ideale grazie alle sue dimensioni compatte e a una sufficiente dotazione di serie, aggiungendo però l’azione del motore 3 cilindri di 1 litro in grado di fornire una potenza di 68 cavalli e di emettere nell’atmosfera 71 g/km di CO2 nel ciclo misto.

Opel sarà presente presso lo stand di Gasmobil a Ginevra grazie alla sua Opel Zafira Tourer 1.6 CNG ecoFLEX. L’ultima generazione della monovolume a sette posti si può considerare uno dei modelli più popolari del costruttore tedesco e, nella versione a gas naturale, consente di avere a disposizione una potenza di 150 cavalli a fronte di emissioni di CO2 di 116 g/km. A sorprendere, però, è l’autonomia, che si attesta su circa 530 chilometri complessivi ottenuti sommando la capacità del serbatoio del metano con quella del serbatoio della benzina.

A chiudere la panoramica di alcuni dei modelli bi-fuel presenti in Svizzera c’è la nuova Mercecedes Classe B 200 NDG (Natural Gas Drive). La vettura di Stoccarda può contare su un motore da 156 cavalli e su emissioni dichiarate pari d a 105 g/km, ma al Salone di Ginevra sarà presente in una particolare “versione sezionata” che consentirà ai visitatori di dare letteralmente uno sguardo dentro il modello, scoprendo gli aspetti tecnici che non sono visibili negli esemplari di serie e potendo così apprezzare la soluzione scelta dai tecnici per il posizionamento dei serbatoi del metano.

11 febbraio 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
eugenia, domenica 2 marzo 2014 alle15:44 ha scritto: rispondi »

Sono metanautista da tanti anni. Dopo tante macchine ho avuto la Multipla a metano e devo dire che era una macchina eccezionale. Con un pieno di 20 .21 euro percorrevo in città 430 km. Ora mi domando PERCHE LA FIAT NON LA COSTRUISCA PIU ???? Non sono la sola a farsi questa domanda... Penso che se ne riprendessero la produzione, ne venderebbero tantissime. Chi ha avuto questavettura, certamente la ricomprerebbe. non si riesce a capire quale sia la filosofia di vendita della Fiat ? La punto va bene , ma ha come tutte le altre vetture in commercio attualmente, Doblò compreso , POCA AUTONOMIA... Inoltre nella Punto e anche nella Panda è impossibile installare il Gancio di Traino. Spero proprio sia riproposta la Multipla Grazie

Franco Pace, mercoledì 9 ottobre 2013 alle23:38 ha scritto: rispondi »

Vorrei rispondere al Dr. Luca : sarò succinto : 1) preferirei essere chiamato ing. chimico Franco Pace e con quasi 30 anni di esperienza lavorativa alle spalle ; 2) dati alla mano (vedi anche internet) il metano tal quale contribuisce per 1/8 all'effetto serra del nostro pianeta ; 3) i poteri calorifici dei combustibili in Kcal/mole non sono equivalenti mentre lo sono in Kcal/kg più o meno a seconda della struttura molecolare ; 4) le mie considerazioni erano incentrate soprattutto all'effetto serra e volutamente provocatorie ; 5) volevo inoltre far risaltare gli enormi vantaggi dell'Idrogeno rispetto ai combustibili fossili in genere . Distinti saluti . Ing. chimico Franco Pace .

luca, venerdì 4 ottobre 2013 alle9:46 ha scritto: rispondi »

Rispondo al Sig. Pace. Io sono un chimico e vorrei solo dirle che il suo ragionamento è tutto sbagliato. La benzina contiene tutte quelle sostanze dannose che portano alla formazione di ozono in città e di particolato PM10 oltre ad anidride solforosa (ac. solforico), biossido di azoto, ecc. Il metano non li ha infatti una molecola di metano con ossigeno da una molecola di CO2 (c'è solo un atomo di carbonio), con gli ottani non è così infatti è una molecola con 8 atomi di carbonio quindi può creare più molecole di CO2 (16) + tutti gli scarti di cui sopra. per quanto riguarda l'effetto serra il metano è effettivamente più capace di intrappolare radiazioni anche se va detto che la sua vita in atmosfera è più breve della CO2. Va anche detto che il metano nell'auto viene consumato e non emesso per cui il fenomeno dell'effetto serra non si deve certo al metano consumato ma alla CO2 prodotta che è maggiore nelle auto a benzina. saluti

Andrea, sabato 9 marzo 2013 alle1:42 ha scritto: rispondi »

CH4 + 2O2 → CO2 + 2H2O120 ottani , il catalizzatore non serve e scorie nel motore 5-6 volte inferiori. Il serbatoio di benzina lo dovete fare di 5litri giusto per emergenza e aumentare quello del gas. Il portabagagli serve e così pure la ruota di scorta. Dalla golf mi sarei aspettato un po' + di coppia e una quindicina di cavalli in +... :-(

Franco Pace, lunedì 11 febbraio 2013 alle23:31 ha scritto: rispondi »

IDROGENO!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Lascia un commento