In attesa dell’esordio sul mercato, fissato per marzo, la Seat Leon TGI a metano ha visto oggi la pubblicazione del listino ufficiale destinato all’Italia, portando così emissioni contenute e costi di gestione ridotti nella gamma della media spagnola.

La Seat Leon a gas naturale ha una configurazione a cinque porte e deriva dall’allestimento Style, dal quale riprende la dotazione con l’aggiunta di alcuni accessori come il sistema Start&Stop, il sistema di recupero dell’energia in fase di frenata, lo specchietto retrovisore antiabbagliamento e il logo TGI sistemato sul portellone, il tutto offerto al prezzo di 22.780 euro.

L’accesso alla lista degli optional è identico a quanto avviene per le Seat Leon Style dotate di altre motorizzazioni, a eccezione dell’impossibilità di ordinare i cerchi in lega da 17 pollici, il Seat Sound System, il ruotino di scorta, i rivestimenti in pelle e il tettuccio panoramico.

Il sistema di propulsione si basa sul motore 1.4 turbo bifuel a benzina e metano, un’unità dotata di iniezione diretta capace di erogare 110 cavalli e 200 Nm di coppia, assicurando inoltre il rispetto delle normative antinquinamento Euro 6. I consumi dichiarati dal costruttore sono pari a 3,5 kg di gas ogni 100 km percorsi, mentre le emissioni di CO2 arrivano a 94 g/km e le prestazioni presentano una velocità di punta di 194 km/h e un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 10,9 secondi.

La Seat Leon TGI è dotata di due serbatoi per il metano sistemati al di sotto del vano bagagli e in grado di garantire una capacità di 15 chilogrammi (97 litri), mentre per la benzina è prevista una riserva di 50 litri. Grazie a queste caratteristiche e alle doti di efficienza del propulsore, la vettura offre un’autonomia di circa 400 chilometri viaggiando a gas, ma arriva a 1.300 chilometri sfruttando anche il funzionamento a benzina.

20 dicembre 2013
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento