La Toyota Mirai debutta in Europa. La berlina a idrogeno lanciata in Giappone nel dicembre del 2014 è pronta a conquistare i Paesi europei. La Mirai prodotta nello stabilimento giapponese di Motomachi verrà venduta inizialmente in Danimarca, Germania e Gran Bretagna con un volume annuo di 50-100 vetture all’anno nel primo biennio.

Il prezzo della Toyota Mirai in Germania sarà di 66 mila euro + IVA. La compagnia ha già annunciato formule di leasing per permettere ai clienti di acquistare l’auto dilazionando l’investimento iniziale. Dotata dell’innovativo Toyota Fuel Cell System (TFCS), un sistema integrato di fuel cell e tecnologia Hybrid che non genera emissioni di gas serra, ogni pieno produce solo 40,5 litri di acqua.

Nella Mirai la Toyota ha rinnovato anche il pacco celle che ha una potenza massima di 114 kW pari a 155 cavalli. Grazie a un convertitore di potenza più compatto ed efficiente la tensione generata dal pacco celle può raggiungere i 650 volt. La berlina monta i nuovi serbatoi ad alta pressione della Toyota, più leggeri e con una capacità superiore del 20%. La struttura dei serbatoi è stata potenziata grazie all’utilizzo di plastica rinforzata con fibra di carbonio.

La Toyota ha impiegato materiali innovativi che consentono di conservare l’idrogeno a una pressione di 70 MPa pari a circa 700 bar. Il rifornimento richiede appena 3 minuti. Per prevenire il rischio di incidenti dovuti alla fuoriuscita di idrogeno dai serbatoi la Toyota ha inserito un sistema di sensori che rileva le perdite e chiude automaticamente le valvole.

Sempre sul fronte sicurezza la Mirai è dotata di un radar a onde millimetriche che allerta il conducente e attiva i freni per prevenire le collisioni. Il radar è in grado di rilevare i veicoli presenti nelle corsie adiacenti, migliorando la sicurezza durante i sorpassi e i cambi di direzione. Grazie a un sistema di monitoraggio dei segnali stradali, l’autista viene inoltre avvisato quando rischia di uscire fuori dalla sua corsia di marcia.

La compagnia ha curato gli interni per assicurare il massimo comfort ai passeggeri e al conducente. I sedili possono essere regolati elettricamente e sono dotati di supporto lombare. Sia i sedili che il volante possono essere riscaldati. La qualità dell’aria all’interno dell’abitacolo viene assicurata dal sistema di purificazione Nanoe. La capacità del bagagliaio è di 361 litri.

Per quanto riguarda l’autonomia la Mirai promette 483 km. La velocità massima è di 178 km/h. Purtroppo la Toyota Mirai non potrà essere acquistata in Italia per via dell’assenza di stazioni di rifornimento di idrogeno adeguate.

In base al Decreto Legislativo del 31/8/2006 le pressioni massime di esercizio sono di 350 bar, inadatte per la Mirai. Al momento l’unica provincia attrezzata è Bolzano. L’amministrazione altoatesina ha approvato una deroga alla normativa nazionale permettendo la realizzazione di una stazione di rifornimento a 700 bar.

15 ottobre 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
Franco Pace, giovedì 15 ottobre 2015 alle17:57 ha scritto: rispondi »

Rimane sempre il fatto che le stazioni di rifornimento di idrogeno sono poche e che la pressione di stoccaggio dell'idrogeno rispetto al metano e' molto piu'alta, oltre alla maggiore esplosività' della miscela aria idrogeno rispetto a quella aria metano. Inoltre usare il metano liquido e' praticamente una realtà' , mentre e' molto difficile farlo con l'idrogeno, per via delle bassissime temperature da raggiungere . Distinti saluti. Ing. chimico Franco Pace .

Lascia un commento