Le auto a celle a combustibile sono lontane da una diffusione comparabile con i modelli elettrici e ibridi, eppure, sebbene il prezzo non propriamente “abbordabile” sia uno dei limiti più evidenti di questo genere di veicoli, essi continuano a rappresentare un’alternativa più che valida per molti osservatori del mercato, compresi costruttori come Toyota.

Secondo un rapporto americano, infatti, le auto a idrogeno potrebbero essere proposte a un prezzo relativamente accessibile entro i prossimi anni, tanto che per il 2015 la realizzazione di un modello dotato di tale tecnologia propulsiva potrebbe costare al produttore circa 50.000 dollari, con un prezzo di vendita al pubblico che si aggirerebbe quindi in una forbice compresa tra i 50.000 e i 100.000 dollari, ovviamente variabili soprattutto in rapporto alla categoria del veicolo in questione.

>>Leggi i termini dell’accordo sulle auto a fuel cell tra Toyota a BMW

Tale fascia di prezzo potrebbe interessare anche Toyota, uno dei costruttori che già da alcuni anni con il suo SUV a idrogeno, il conosciuto (specie in America) Toyota Highlander, sta cercando di esplorare le potenzialità di questa soluzione propulsiva, così da valutare un’eventuale commercializzazione in serie su alcuni mercati selezionati di un modello che, però, potrebbe essere assai diverso dal prototipo e più simile alle proporzioni di una berlina di dimensioni medie, un po’ come la Prius insomma.

>>Scopri la nuova Hyundai ix35 a fuel cell

Sebbene le cifre in ballo rimarrebbero comunque alte, soprattutto confrontandole con i listini dei modelli elettrici e ibridi, i passi avanti in termini di convenienza sono notevoli se si pensa che il costo stimato del primo muletto fuel cell era di circa un milione di dollari, ragion per cui è lecito supporre che nei prossimi anni i modelli di questo tipo potrebbero andare incontro ad ulteriori riduzioni del prezzo, diventando sempre di più una valida opzione per chi è interessato ad abbandonare i motori alimentati con combustibili fossili tradizionali.

6 maggio 2013
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento