Auto a fuel cell: Hyundai ix35 al Salone di Ginevra 2013

Il primo modello a celle a combustibile di Hyundai sarà presentato in anteprima europea al Salone di Ginevra 2013. La novità è la Hyundai ix35, un SUV di dimensioni medie che si propone come uno dei primi modelli alimentati a idrogeno ad essere prodotti in serie, dato che la sua catena di montaggio ha preso a lavorare ad Ulsan da alcune settimane.

>>Scopri le celle a combustibili efficienti ed economiche del CNR

Secondo quanto spiegato dal costruttore coreano, l’esemplare di pre-produzione che sarà esposto all’evento in Svizzera è uno dei primi 17 che andranno a comporre una flotta destinata al leasing presso alcune città europee dislocate nella parte settentrionale del Vecchio Continente.

La nuova Hyundai ix35 a idrogeno si presenta esteriormente con alcuni ritocchi estetici che coinvolgono aspetti secondari, come ad esempio la calandra, i paraurti e il disegno dei fendinebbia, ma è sotto la carrozzeria che la vettura esprime la sua carica innovatrice. Le prestazioni dichiarate dalla casa indicano una velocità massima di 160 km/h, mentre l’autonomia può arrivare fino a 594 chilometri e tra la dotazione ci sarà un sistema GPS con schermo da 7 pollici riservato in esclusiva a questo modello.

>>Leggi come le fuel cell possano essere alimentate dagli scarti dei biocarburanti

La strategia di Hyundai con i veicoli fuel cell è quella di aprire una sorta di breccia sul mercato. Inizialmente l’offerta è rivolta ad enti e aziende per la consegna di veicoli a idrogeno a noleggio, ma dalla Corea non nascondono l’ambizione di aprire con decisione verso la clientela privata in un secondo tempo, anche perché l’Europa viene vista come una tappa fondamentale per avviare la produzione in massa di auto a celle a combustibili, specie se si considerano le stime che vorrebbero il prezzo di questi modelli in discesa nei prossimi anni.

27 febbraio 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
Franco Pace, mercoledì 27 febbraio 2013 alle22:48 ha scritto: rispondi »

L'auto proposta è innovativa ed ha delle buone prestazioni ; il fatto che sia alimentata ad idrogeno la rende ecologica al 100% a patto che l'idrogeno venga prodotto da fonti rinnovabili di energia ( non fossili ) . Ad ogni modo rimane il grande problema delle infrastrutture produttrici di idrogeno che attualmente sono molto carenti come numero . Ci avviciniamo sempre più all'economia all'idrogeno di J. Rifkin che in un futuro non molto lontano potrà sostituire per tutti gli usi i combustibili fossili ( la produzione di CO2 e di CH4 verrà rapidamente scemando diminuendo contemporaneamente tutte le catastrofi ambientali da esse dipendenti e legate soprattutto all'effetto serra ).

Lascia un commento