Secondo alcune indiscrezioni i due gruppi automobilistici Toyota e BMW stanno per annunciare un importante collaborazione per lo scambio di tecnologia a basso impatto ambientale. A quanto si apprende in ambienti finanziari, infatti, i due costruttori avrebbero raggiunto un accordo secondo il quale Toyota si occuperà di fornire a BMW un sistema di produzione di energia tramite celle a combustibile.

L’accordo, se verrà confermato ufficialmente, darà seguito al memorandum d’intesa che i due gruppi hanno siglato a giugno dell’anno scorso, quando si stabilì una collaborazione mirata a mettere in condivisione le rispettive conoscenze tecnologiche. L’obiettivo era quello di sviluppare nuovi sistemi di propulsione basati su impianti fuel cell, elettrici e, più in generale, per la ricerca e lo studio di materiali leggeri da impiegare nei modelli del futuro, compresa una vettura sportiva a ridotte emissioni da lanciare nei prossimi anni.

>Leggi i termini della collaborazione tra Toyota e BMW

Le indiscrezioni diffuse da alcune agenzie di stampa spiegano che, grazie alla tecnologia fuel cell di Toyota, BMW realizzerà un prototipo il cui sistema propulsivo sarà in grado di convertire l’idrogeno in elettricità, sostituendo così i pacchi batteria agli ioni di litio attualmente impiegati sulla maggior parte dei veicoli ecologici e ottenendo un’autonomia fino a 5 volte superiore a questi ultimi.

I vantaggi del sistema a celle a combustibile è legato anche ai tempi di ricarica che, a differenza di quanto avviene per le batterie tradizionali, richiedono pochi minuti, ovvero poco più del tempo necessario a fare il pieno di benzina o diesel. Un primo prototipo BMW alimentato a idrogeno dovrebbe essere preparato entro il 2015, per poi arrivare sul mercato non prima del 2020.

24 gennaio 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento