Aumento tumori maligni infantili in Italia: colpa dell’inquinamento

I tumori infantili sono in aumento in Italia a causa dell’emergenza inquinamento in cui versa il BelPaese. Questo il tema emerso durante il convegno “Emergenza cancro – fattori ambientali modificabili e stili di vita non corretti”, organizzato dalla Società Italiana di Medicina Ambientale (Sima) in collaborazione con Confassociazioni Ambiente e svoltosi presso la Camera dei Deputati.

Se da un lato era già stato ipotizzato il rapporto tra emergenza inquinamento e cancro, dall’altro ulteriori studi sembrerebbero aver confermato un legame tra le aree inquinate (dove è stato registrato un incremento nel numero di patologie tumorali del 90% in appena 10 anni).

=> Scopri gli effetti del curry per rallentare la crescita dei tumori

Proprio i giovanissimi sembrano essere tra i più colpiti, come riferito da uno studio del 2017 condotto dall’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro e pubblicata sulla rivista Lancet Oncology. Stando a quest’ultima ricerca la maggiore incidenza di tumori nei bambini (0-14 anni) e negli adolescenti (15-19) si sarebbe verificata nell’area comprendente Italia, Spagna, Portogallo, Croazia, Malta e Cipro.

Un andamento che sembra essere stato confermato anche dall’ultimo rapporto SENTIERI (Studio Epidemiologico Nazionale dei Territori e degli Insediamenti Esposti a Rischio da Inquinamento) dell’ISS (Istituto Superiore di Sanità).

Gli esperti italiani hanno dichiarato che si sta verificando una vera e propria “emergenza tumori” tra i giovanissimi, espressa anche da un incremento medio di tumori maligni infantili (in maggioranza linfoma non-Hodgkin, sarcoma e leucemia) del 9% in 28 dei 45 siti in Italia ritenuti più esposti all’inquinamento.

20 settembre 2018
Lascia un commento