L’uso intelligente dell’automobile può consentire non solo di viaggiare in sicurezza, ma anche di risparmiare carburante e diminuire le emissioni di CO2 prodotte. Parte da questo concetto il progetto che Audi sta portando avanti, anche se al centro di un utilizzo più accorto della vettura non c’è il conducente umano ma l’automobile stessa, che è dotata di un sistema “intelligente” capace di favorire una guida più accorta.

La tecnologia è attualmente in sperimentazione ed è stata già mostrata a Las Vegas su una Audi A6 opportunamente modificata. La soluzione messa a punto dal costruttore di Ingolstadt si basa sulla possibilità di far interagire i sistemi elettronici di bordo con i semafori che regolano la gestione del traffico, dai quali la vettura è in grado di ottenere informazioni riguardanti le tempistiche di azionamento dei semafori.

Grazie a questa soluzione, l’auto è in grado di fornire al conducente indicazioni precise su quando il prossimo semaforo sarà verde, suggerendo l’andatura da tenere (che sarà quindi uniforme e senza strappi) al fine di arrivare in perfetta sincronia con l’accensione della luce che dà il via libera e risparmiare così carburante. Vengono evitate in questo modo tutte le accelerazioni inutili, in quanto la vettura, pur arrivando prima allo stop, troverebbe comunque il rosso e sarebbe costretta a stare ferma, ottenendo il solo risultato di aver visto aumentati consumi ed emissioni.

Nel caso in cui ci si trovi fermi al semaforo, il sistema è in grado di sapere in anticipo quando scatterà il verde, provvedendo a riavviare cinque secondi prima il motore al fine di avvisare il conducente che si sta approssimando il momento della ripartenza.

Audi stima che l’adozione diffusa di questa tecnologia nella sola Germania potrebbe portare al risparmio di 900 milioni di litri di carburante e alla diminuzione del 15% delle emissioni inquinanti, con vantaggi potenzialmente molto elevati se si ipotizza una distribuzione su tutti i principali mercati.

Al momento il costruttore tedesco prosegue i test su strada a Berlino, dove 25 clienti stanno provando il sistema capace di interfacciarsi con 1.000 semafori cittadini, ma delle prove sono in corso anche a Verona, dove sono 60 in tutto i punti collegati online con le vetture intelligenti di Audi.

11 marzo 2014
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Franco Pace, martedì 11 marzo 2014 alle10:59 ha scritto: rispondi »

Vorrei complimentarmi con i tecnici AUDI per il bel lavoro fatto finora a partire dalla sintesi dell' e-gas fino alla progettazione delle auto che lo utilizzano . Penso che il cammino intrapreso sia quasi una svolta finale nel campo della autotrazione essendo una concezione nettamente superiore come qualità a molte altre quali elettrico, fuel cell etc senza tener conto del vantaggio ecologico associato. Spero che ci siano ulteriori miglioramenti nel lavoro fatto finora. Distinti saluti . Ingegnere chimico Franco Pace .

Lascia un commento