Al Salone di Ginevra 2014 è protagonista la Audi A3 Sportback g-tron, versione bifuel a metano e Audi e-gas della media tedesca capace di coniugare la qualità e il piacere di guida divenuti simbolo di Audi con l’efficienza della propulsione a gas.

La Audi A3 Sportback g-tron, infatti, mantiene inalterate le qualità che hanno decretato il successo del modello sul mercato, aggiungendo nuove potenzialità legate all’impiego del metano come carburante da affiancare alla benzina.

Il motore turbo bifuel 1.4 TFSI di cui la vettura è dotata eroga una potenza di 110 cavalli e una coppia di 200 Nm, assicurando una velocità massima di 190 km/h e un’accelerazione da 0 a 100 km/h inferiore a 11 secondi.

Il propulsore, nella sua variante monofuel a benzina, è montato anche su altre versioni della A3, ma in questo caso è stato modificato da Audi per migliorare il rendimento e l’affidabilità durante il funzionamento a gas. Sono così nuovi l’impianto di iniezione, la testata, la tecnologia di sovralimentazione e il catalizzatore.

La Audi A3 Sportback g-tron è dotata di due serbatoi ultraleggeri dalla capacità di 7,2 chilogrammi ciascuno e dal peso inferiore  del 70% rispetto alle bombole d’acciaio usate normalmente in questo tipo di vetture. La struttura a triplo strato garantisce un’eccezionale resistenza a qualsiasi sollecitazione o urto e il loro posizionamento sotto il pianale del vano bagagli consente di rendere praticamente nullo l’impatto sulla capacità di carico, andando ad occupare infatti lo spazio che solitamente ospita la ruota di scorta.

La A3 cinque porte a metano può essere alimentata anche con il nuovo Audi e-gas, un efficiente carburante ecologico interamente prodotto da fonti rinnovabili. Questo gas è ottenuto dalla stessa Audi presso l’impianto di Werlte utilizzando acqua e anidride carbonica (CO2), la quale è derivata da scarti di un impianto di biometano alimentato con rifiuti organici in un processo produttivo ad impatto zero, in quanto vengono impiegate esclusivamente fonti energetiche sostenibili.

Le emissioni di CO2 si mantengono sempre al di sotto dei 95 g/km, mentre i consumi si attestano sui 3,5 kg di gas ogni 100 chilometri, con un’autonomia che arriva a superare i 400 chilometri in modalità a metano, per arrivare a 1.300 chilometri se si somma anche la riserva di benzina.

14 marzo 2014
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento