L’asteroide 2015 HD1 passerà ad appena 75 mila km dalla Terra. Il corpo celeste è stato scoperto appena due giorni fa e questa notte transiterà a una distanza dalla sfera terrestre pari a un quinto di quella che il Pianeta ha con il suo illustre satellite, la Luna.

Gli esperti sottolineano tuttavia come l’asteroide 2015 HD1 non dovrebbe rappresentare un pericolo, malgrado la prossimità alla quale verrà a trovarsi con la Terra, poiché misura appena 15 metri di diametro. Il momento di massima osservabili del fenomeno è prevista, secondo quanto spiegano gli astrofisici, intorno alle 23:30.

A permettere l’osservazione dalla Terra del fenomeno sarà il Virtual Telescope. Responsabile del progetto è l’astrofisico Gianluca Masi, che ha spiegato come:

Quello dell’asteroide 2015 HD1 è un passaggio molto, molto ravvicinato. Il momento di minor distanza sarà domani mattina alle 10.11 ora italiana, quando però sarà impossibile osservarlo, e il momento di migliore osservabilità sarà attorno alle 23.30 di questa notte.

Non ci sono margini di rischio collisione e siamo contenti di questo passaggio ravvicinato perché si tratta di un’occasione unica per poter studiare questi preziosi oggetti celesti. Se passasse più lontano non avremmo modo di poterlo osservare.

20 aprile 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento