Quattro cuccioli di cane sono stati lasciati in una scatola di cartone dall’assessore alla Cultura del Comune di Caltagirone, Vito Dicara, davanti alla casa di un’animalista. La donna ha denunciato il ritrovamento alle autorità, fornendo il filmato ripreso dalle telecamere di sicurezza della sua abitazione. È quanto racconta il quotidiano La Sicilia, nel riportare come l’assessore abbia deciso di autosospendersi dall’incarico, scusandosi per il proprio gesto.

Secondo quanto riportato dalla testata siciliana, l’identificazione è stata resa possibile dall’analisi della targa dell’auto ripresa nei filmati di sicurezza, forniti dalla donna al nucleo operativo dei Carabinieri di Caltagirone. Dalle pagine dello stesso quotidiano, l’assessore ha specificato i fatti, porgendo le proprie scuse all’intera città e optando per l’autosospensione dai suoi incarichi:

Ieri stesso ho rassegnato la mia autosospensione nelle mani del sindaco. In un momento di confusione, ho lasciato i cuccioli in un luogo dove, nelle ore successive, sarebbero stati senz’altro rinvenuti e salvati dai cittadini residenti. Questi i fatti: rientrando a casa quasi a mezzanotte, qualche settimana fa, ho trovato sull’uscio della mia abitazione una scatola con dentro gli animali. Non ho saputo meglio cosa fare: non posseggo animali, né la mia casa è attrezzata per ospitarne. A quell’ora tarda, non potendoli lasciare in piena via Circonvallazione, ho ritenuto, oggi mi accorgo con molta superficialità, di depositarli vicino ad alcune ville abitate da persone notoriamente sensibili; ciò nella certezza del salvataggio dei cuccioli. Chiedo scusa all’intera città per il gesto non ragionato e frutto soltanto di un momento di confusione. Spero in questo modo di avere chiarito la reale natura dell’atto compiuto, facendo parte peraltro di una Giunta che, della tutela degli animali e dei loro diritti, ha fatto una bandiera.

=> Scopri i cuccioli di Labrador della polizia di Taipei


Lo stesso sindaco, Gino Ioppolo, ha confermato l’autosospensione e commentato la vicenda, così come reso noto da TgCom24:

Do atto all’assessore di essersi immediatamente autosospeso da ogni attività amministrativa e di avere rimesso nelle mie mani il mandato. Valuterò il da farsi, anche in relazione all’esito delle indagini. Per naturale carattere e formazione professionale sono abituato a valutare i fatti nella loro oggettività, senza enfatizzarli, né minimizzarli. L’assessore Dicara, la cui positiva attività amministrativa è da un anno sotto gli occhi di tutti, ha compiuto un gesto episodico superficiale, molto probabilmente dettato dalla confusione del non sapere cosa fare nell’ora in cui rincasava dopo una giornata di lavoro. Fra le diverse alternative, ha scelto quella da lui erroneamente ritenuta meno dannosa in quel momento.

21 giugno 2017
Fonte:
Via:
Immagini:
Lascia un commento