ASDOMAR ha presentato la nuova edizione del bilancio di sostenibilità dell’azienda. Siamo arrivati alla quinta edizione, che mette in evidenza come si tengano in conto i principi di ecosostenibilità in molti aspetti.

=> Scopri perché ASdoMAR è la prima etichetta verde per il tonno in scatola

A partire dal 2016 ASDOMAR ha avviato la produzione dedicata alle marche private della Grande Distibuzione presso lo stabilimento di Olbia ed è arrivata ad avere un impatto positivo sull’economia locale. Contemporaneamente è stata avviata la lavorazione del tonnetto striato presso lo stabilimento di Vila Do Conde in Portogallo.

=> Leggi perché la pesca sostenibile è importante per il futuro degli oceani

L’azienda ha voluto tenere sotto controllo l’attenzione sul tema della pesca sostenibile. Si è attenuta ai principi stabiliti dallo standard Friend of the Sea. Quest’ultimo è incentrato su dei particolari criteri di pesca per rispettare l’ambiente e la responsabilità sociale delle aziende che si occupano del settore della pesca del tonno a pinne gialle.

ASDOMAR inoltre si è impegnata ad acquistare e lavorare soltanto tonni adulti a pinne gialle, che abbiano dimensioni minime di 20 kg e un metro di lunghezza. L’azienda ha deciso di scegliere anche le specie del tonno striato soltanto tra quelle pescate a canna.

Grande attenzione anche nei confronti della sicurezza alimentare, che viene assicurata dai controlli, dalle certificazioni IFS, BRC e HACCP. Presso lo stabilimento di Olbia vengono attuate precise analisi del tonno e dell’olio, svolte ad Accredita, ente italiano di accreditamento. Le analisi riguardano tutto il processo di lavorazione e il prodotto finito.

12 luglio 2017
Lascia un commento