Artrosi: per prevenirla basta un bicchiere di latte al giorno

Bere latte può aiutare a prevenire l’artrosi. Specialmente quando sia senza grassi o a basso contenuto di grassi, come affermano i ricercatori del Brigham & Women’s Hospital di Boston, negli USA.

Il consumo di latte a ridotto o assente contenuto di grassi rappresenta una soluzione importante per il benessere delle donne, soprattutto per quanto riguarda le articolazioni delle ginocchia, mentre ridotto sembra essere il beneficio che ne deriverebbe per gli uomini. Questi ultimi necessiterebbero per risultati soddisfacenti di un’assunzione a dosi elevate. Indifferente per entrambi risulterebbe invece l’assunzione di yogurt.

Sempre secondo lo studio, che ha visto coinvolti 888 uomini e 1.260 donne, se da un lato traggono beneficio per l’artrosi da un bicchiere di latte magro al giorno, le donne devono prestare però molta attenzione per quanto riguarda il consumo di formaggi, che sembra sia controproducente.

Dr. Bing Lu, autore principale dello studio e ricercatore presso il Brigham & Women’s Hospital di Boston:

Il nostro studio è il più esteso per lo studio dell’impatto dell’assunzione quotidiana di latticini in relazione alla progressione dell’artrosi alle ginocchia.

I nostri risultati indicano come le donne che consumano in maniera frequente latte riducono il progresso dell’artrosi. Ulteriori studi sull’assunzione di latte e il ritardo nella progressione dell’artrosi sono tuttavia necessari.

7 aprile 2014
Fonte:
I vostri commenti
lucia, mercoledì 9 aprile 2014 alle0:37 ha scritto: rispondi »

Ora cerco di spiegartelo. Mangiare latte e derivati è come prendere il calcio in prestito da un usuraio, che poi lo rivuole con gli interessi. Il nostro sangue DEVE avere un ph intorno a 7, altrimenti si muore. Quando ingeriamo alimenti acidificanti come i latticini (ma anche carne, pesce e uova, e poi caffè zucchero e farina bianchi) il sangue tende ovviamente ad acidificarsi. Allora il corpo per riportare il sangue al ph ottimale, deve compensare con qualcosa di alcalino, e cioè le ossa. (e poi anche i denti). Questo spiega perchè i paesi dove c'è il maggior consumo di latticini (Francia USA e un paese scandinavo che non ricordo) hanno la più alta incidenza di osteoporosi. Invece in paesi come Cina e Corea dove il consumo di latticini è praticamente inesistente, le percentuali di donne che si ammalano di osteoporosi è bassissima. Ma non fidarti del consiglio di una casalinga. Ti consiglio la visione del lungo documentario "Un equilibrio delicato" che trovi su youtube, e se ti interessa, anche la lettura del libro "The China Studi" di Thomas Colin Campbell.

daniele, martedì 8 aprile 2014 alle14:55 ha scritto: rispondi »

Salve. Ma lo studio da chi è finanziato? Industrie casearie? Magari bere un bicchiere di latte o più al giorno aiuta per l'artrosi (ne dubito), ma gli studi indicano che può portare ad un peggioramento della densita ossea e quindi all'osteoporosi, senza considerare un aumento della probabilità di tumori e le varie sostanze, ormoni ed altro, presenti nel latte industriale soprattutto. E poi un campione di sole 2000 persone non basta, infatti il medico dice alla fine che si devono fare altri studi. Meglio non berne, mangiare frutta secca ricca di calcio, mantenere il peso forma e fare regolare attività fisica, così si previene l'artrosi como altre patologie.

lucia, lunedì 7 aprile 2014 alle21:17 ha scritto: rispondi »

ne siete proprio sicuri? Il latte non acidifica il sangue?

francesca pellicanò, lunedì 7 aprile 2014 alle19:37 ha scritto: rispondi »

Interessante. Non comprendo come mai i formaggi possano essere controproducente per le donne.

Lascia un commento