Arnold Schwarzenegger fa causa ai big del petrolio

Le multinazionali del petrolio, del gas e del carbone sapevano del riscaldamento globale, del contributo che hanno avuto sui cambiamenti climatici e dell’impatto sul degrado ambientale, ma lo hanno nascosto per tutelare i propri interessi. Così l’ex governatore della California, Arnold Schwarzenegger, ha deciso di intentare una causa legale contro di loro, accusandole di “uccidere consapevolmente persone in tutto il mondo”.

=> Scopri le opinioni di Schwarzenegger sui cambiamenti climatici


Come annunciato in occasione del South by Southwest film Festival (SXSW) di Austin, che ha avuto luogo nelle scorse ore, Arnold Schwarzenegger sta collaborando con diversi studi legali per avviare una crociata contro i big di petrolio, gas e carbone. A parere del noto ex attore – conosciuto ai più per il suo ruolo in “Terminator” – ed ex governatore della California, i colossi di tali industrie hanno il dovere di informare le persone dai rischi derivanti dai combustibili fossili:

È assolutamente irresponsabile sapere che il tuo prodotto sta uccidendo le persone e non ha un’etichetta con le avvertenze, come il tabacco. Ogni distributore di benzina, ogni auto dovrebbe avere un’etichetta, ogni prodotto che contiene combustibili fossili dovrebbe averne una.

=> Scopri i vantaggi delle rinnovabili sul petrolio in USA


Dure le parole usate, soprattutto contro le grandi multinazionali del petrolio:

Se entri in una stanza e sai che stai per uccidere qualcuno, è un omicidio di primo grado. Penso che sia la stessa cosa con le compagnie petrolifere. […] Le compagnie petrolifere sapevano dal 1959, avevano gli studi secondo i quali si prevedeva un riscaldamento globale a causa dei combustibili fossili. E sapevano che sarebbe stato rischioso per la vita delle persone, che ne avrebbe uccise.

Secondo quanto sottolineato, la causa legale ha soprattutto l’obiettivo di aumentare la consapevolezza sui combustibili fossili e incoraggiare le persone a cercare carburanti alternativi e automobili green.

14 marzo 2018
Fonte:
Lascia un commento