L’argilla verde è una sostanza che viene utilizzata per moltissimi rimedi naturali, perché presenta notevoli qualità curative. Tra queste proprietà c’è anche la capacità di alleviare il mal di stomaco, ma anche di eliminare i parassiti intestinali, di espellere le sostanze tossiche dall’organismo, curare l’ulcera, e l’argilla verde inoltre apporta anche una grande energia, grazie alla presenza di sali minerali e oligoelementi.

L’argilla verde viene usata esternamente anche come rimedio naturale contro i problemi alla pelle, come l’acne, ma per alleviare il mal di stomaco, dai bruciori alla più seria gastrite, l’utilizzo deve essere “interno”, con la sostanza assunta per bocca in altri termini. Ecco alcuni modi in cui si può usare l’argilla verde, che comunque è un ingrediente che si trova facilmente ma solo in erboristeria.

Argilla verde diluita in acqua

L’argilla verde può essere diluita in acqua. Se si vive in zone carsiche, in cui l’acqua di rubinetto ha quel retrogusto fastidioso di cloro, è meglio ricorrere all’acqua in bottiglia (o magari in quella presa presso le cosiddette “case dell’acqua”, nel caso se ne abbia l’opportunità). Si deve mettere un cucchiaio di argilla verde in acqua e mescolare senza ricorrere a posate in metallo: il tutto va poi fatto riposare per una mezza giornata, prima di bere. Non va consumato fino alla fine questo composto: è bene che il deposito che si forma non sia assunto nell’organismo, a meno che non ci siano precise istruzioni mediche a riguardo. Consumare lontano dai pasti.

Argilla verde in compresse

Le compresse con argilla verde non si comprano, si realizzano in casa. Basta formare una pallina che contenga per metà argilla verde e per metà acqua: la pallina va asciugata al sole e può ovviare a problemi come acidità di stomaco, colite e aerofagia. Per quanto riguarda dosi e frequenza di utilizzo è sempre meglio ricorrere al consiglio medico.

Bastoncini di argilla verde

Per realizzare i bastoncini, si prende dell’argilla verde ventilata ed essiccata al sole e si mescola con essenze aromatiche e decotti di piante, che ad esempio in Tibet prendono il nome di “sostanze benedette”. In Europa non si ricorre molto spesso al rimedio sotto questa forma, anche perché è poco pratico, lungo nella preparazione e finisce per assumere quasi un aura mistica più che curativa tout court.

17 giugno 2013
I vostri commenti
Liana, venerdì 9 giugno 2017 alle18:24 ha scritto: rispondi »

Ciao,come hai assunto argilla verde? Anch'io mal d stomaco e gastrite..Vorrei provare.Grazie

ELI, mercoledì 25 gennaio 2017 alle20:47 ha scritto: rispondi »

io faccio la cura di argilla verde regolarmente e mi aiuta tantissimo!!!¨ Grazie a questo rimedio posso stare senza i medicamenti chimici.

Flavia, sabato 21 novembre 2015 alle11:11 ha scritto: rispondi »

Ciao . Scusa come sei riuscita a guarire in senso come hai assunto argilla verde. ? Aiuto . Anche io ho lo stesso problema. Grazie mille!

marina, mercoledì 19 giugno 2013 alle10:14 ha scritto: rispondi »

Grazie per avermi ricordato un rimedio tanto antico ma sempre efficace. Anni fa, con il solo aiuto dell'argilla verde ventilata riuscii a guarire perfettamente un'ulcera duodenale iatrogena.

Lascia un commento