Milano si prepara all’entrata in vigore di nuove regole per l’Area C. La viabilità del centro cittadino milanese subirà alcune modifiche a partire dal 13 febbraio 2017, che riguarderanno sia la mobilità dei normali automobilisti che il flusso veicolare di tipo commerciale.

Le nuove disposizioni per la circolazione all’interno dell’Area C avranno l’obiettivo di decongestionare il centro storico e migliorare la qualità della mobilità di cittadini e imprese. Come ha dichiarato Marco Granelli assessore alla Mobilità e Ambiente:

Le regole che abbiamo definito per la nuova Area C tengono conto delle esigenze raccolte durante una serie di incontri che abbiamo tenuto nelle scorse settimane con il Consiglio comunale e il Municipio 1 e con le categorie produttive e commerciali coinvolte.

Siamo contenti che tutti abbiano sempre condiviso l’obiettivo di decongestionare l’area all’interno dei Bastioni per garantire una migliore qualità della mobilità ai cittadini e alle imprese.

=> Le novità per l’Area C riguardanti ingressi e strisce blu

Cosa cambierà

Una prima novità in arrivo per quanto riguarda l’Area C è il divieto di ingresso entro i confini della ZTL dei veicoli diesel Euro 3 appartenenti ai residenti del centro storico: fino al 15 ottobre 2017 sarà tuttavia possibile utilizzare anche per queste vetture i 40 ingressi gratuiti a disposizione.

Stop anche ai veicoli diesel Euro 4 senza filtro antiparticolato (FAP), ad eccezione: di quelli di proprietà dei residenti (accesso consentito fino al 14 ottobre 2018); di quelli appartenenti alle forze dell’ordine (sempre fino al 14 ott. 2018); veicoli adibiti a trasporti leggeri, per il servizio manutenzione o a servizi di emergenza (14/10/2017); veicoli NCC con più di 9 posti (diesel pesanti) fino al 14/10/2018; mezzi per il trasporto pesante (fino al 14 ottobre 2018).

L’accesso all’interno dell’Area C per veicoli GPL, metano, dualfuel o bifuel sarà consentito (come da delibera 2013) dietro il pagamento del ticket di 5 euro o usufruendo di eventuali agevolazioni per i veicoli paganti.

I veicoli merci non potranno entrare nell’Area C dalle 8 alle 10, ad eccezione di quelli ad alimentazione 100% elettrica. Previste inoltre alcune deroghe, in via sperimentale e limitatamente a quattro mesi di durata, a beneficio delle seguenti categorie:

  • furgone “isotermico o coibentato”;
  • mezzi adibiti a trasporto generi alimentari deperibili destinati a rivendite, esercizi pubblici o “eventi particolari” se all’interno dei confini della ZTL (con inizio attività dopo le 9);
  • veicoli destinati al “trasporto di cose uso di terzi”;
  • veicoli di servizio limitatamente a interventi in emergenza documentati;
  • veicoli di fiorai per l’allestimento di cerimonie;
  • autofunebri;
  • vetture adibite al trasporto di farmaci urgenti.

=> Scopri l’alimentazione con biometano dalle acque nere per le auto a Milano

Tariffe ed esenzioni

I veicoli a noleggio NCC con più di 9 posti avrà possibilità di ingresso, nonché di salita e discesa passeggeri, nell’Area C (fino al 14 ottobre 2017) solo nelle aree indicate e dietro pagamento di un ticket variabile sulla base della categoria di lunghezza: fino a 8 metri (in genere fino a 30 posti) 15 euro; tra 8,01 e 10,50 metri (in genere fino a 50 posti) 25 euro; oltre i 10,50 metri (in genere più di 50 posti) 40 euro.

Per quanto riguarda invece il trasporto degli alunni e una prevista maggiorazione del ticket per alcune categorie di veicoli, il Comune di Milano ha così spiegato:

I veicoli dedicati al trasporto degli alunni iscritti alla scuola secondaria di primo grado e inferiori per uscite didattiche e viaggi d’istruzione con destinazione la città di Milano e sia per i veicoli adibiti a servizio di trasporto pubblico di linea sono esentati dalla maggiorazione.

Fin da ora l’Amministrazione si impegna a prevedere in una fase successiva e a partire dal 15 ottobre 2017 una maggiorazione del ticket di accesso per questi veicoli (NCC superiori a 9 posti) garantendo però cinque ore di sosta in apposite aree, esterne ad Area C, con servizio di prenotazione e custodia e altri servizi mirati agli autisti e ai passeggeri.

In base alle maggiorazioni previste per i veicoli NCC con più di 9 posti, che scatteranno dal 15 ottobre 2017, il ticket per suddetti veicoli risulterà così strutturato: fino a 8 metri (in genere fino a 30 posti) 40 euro; tra 8,01 e 10,50 metri (in genere fino a 50 posti) 65 euro; oltre i 10,50 metri (in genere più di 50 posti) 100 euro.

Tale maggiorazione sarà suscettibile di variazione, sia in positivo che in negativo, in relazione alle prestazioni ambientali del veicolo. Come in precedenza risultano esentati dal pagamento del ticket di ingresso nell’Area C i veicoli elettrici. Viene inoltre prorogata la deroga per quelli ibridi elettrici fino al 15 ottobre 2019.

21 novembre 2016
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Corrado, lunedì 21 novembre 2016 alle22:38 ha scritto: rispondi »

Il comune mi regala l'auto nuova?

Marco, lunedì 21 novembre 2016 alle20:21 ha scritto: rispondi »

Trovo gravissimo ridurre la libertà individuale basandosi sulle norme relative alle emissioni dei veicoli a motore endotermico, completamente rivelatesi false, non veritiere, inaffidabili, truccate, nate alla fine solo per aumentare le vendite di veicoli ormai FUORI LEGGE PER DEFINIZIONE. Ma vogliamo davvero risolvere il problema dell'aria nelle città?? A quando una seria, chiara, limpida campagna ad incentivare certamente la mobilità con mezzi pubblici, ma anche la mobilità elettrica, oggi pronta davvero a sostituire tutti i mezzi, pubblici e privati, oggi con motore endotermico fasullo! Lo scandalo DieselGate non vi ha insegnato nulla??? NB: per assurdo una vettura Euro2 di 15 anni fa è meno dannosa di un Euro6 per la salute dei cittadini, Milanesi inclusi. Milanesi a cui, insieme a tutti, viene limitata la libertà, con regole che si basano su falsità a vantaggio dei soliti noti.

Lascia un commento