Sono entrate in vigore oggi lunedì 13 febbraio le nuove regole per l’Area C di Milano. Da questa mattina sono diventate effettive, non senza scatenare forti polemiche fra residenti e possessori di auto finora escluse dal provvedimento, le disposizioni approvate dalla Giunta Sala sul finire del 2016.

=> Scopri le novità per Area C a Milano

 

Al centro delle polemiche per le nuove regole dell’Area C soprattutto la decisione di includere tra le vetture che dovranno pagare il ticket (pari a 5 euro) all’ingresso anche veicoli ritenuti finora “ecologici” come auto a GPL, metano, dualfuel o bifuel. A disposizione dei residenti 40 ingressi gratuiti all’anno, per ottenere i quali dovranno registrare i propri veicoli sulla piattaforma http://bit.ly/ResidentiEquiparati. Un “giro di vite” necessario secondo Marco Granelli assessore alla Mobilità e Ambiente del Comune di Milano:

Le regole che abbiamo definito per la nuova Area C tengono conto delle esigenze raccolte durante una serie di incontri che abbiamo tenuto nelle scorse settimane con il Consiglio comunale e il Municipio 1 e con le categorie produttive e commerciali coinvolte.
Siamo contenti che tutti abbiano sempre condiviso l’obiettivo di decongestionare l’area all’interno dei Bastioni per garantire una migliore qualità della mobilità ai cittadini e alle imprese.

=> Leggi le tariffe 2017 per Area C a Milano

 

Stop ai veicoli diesel Euro 4 senza filtro antiparticolato (FAP), ad eccezione di quelli in possesso dei residenti (soggetti a deroga fino al 14 ottobre 2018). Nuove regole anche per i bus turistici, che vedono il costo del ticket aumentare in maniera netta (in base alla lunghezza/capienza del mezzo).

Aumento prezzo parcheggi su strisce blu

A partire dalla primavera sono attese inoltre nuove disposizioni per quanto riguarda le strisce blu di Milano, i cui costi aumenteranno in tutte le zone del capoluogo lombardo.

La sosta a pagamento nel Centro storico passerà da 2 a 3 euro/ora per quanto riguarda le prima due ore di parcheggio, mentre a partire dalla terza costerà 4,5 euro (3 euro il precedente costo). Nella zona intermedia si passerà da 1,20 a 2 euro, mentre per la periferia si passerà da 80 cent a 1,20 euro.

13 febbraio 2017
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
augusto, sabato 27 maggio 2017 alle14:52 ha scritto: rispondi »

non trovo corretto che un autoveicolo a metano e gpl debbono pagare .

Lascia un commento