La cementificazione indiscriminata spesso agisce sull’ecosistema nel quale viviamo, incidendo negativamente sulla salute degli esseri che lo popolano. Per questo, in alcune realtà urbane, esistono stratagemmi urbanistici creati per favorire il movimento e la sopravvivenza degli animali del luogo. In particolare di quelli che, attraversando incautamente strade e vie di scorrimento, finiscono per trovarvi la morte.

>>Scopri animali in via d’estinzione

Alcuni gruppi di ecologisti, in collaborazione con le giunte locali, stanno realizzando piccoli ponti e vie preferenziali per favorire il passaggio degli animali. Così a Londra è stata creata una passerella che consentirebbe all’arvicola acquatica di raggiungere un canale d’acqua nei pressi del laghetto dove vive. È un tipo particolare di ratto acquatico e consentirne il movimento garantirebbe la salvaguardia di questo esemplare particolare.

E quello che devono aver pensato anche a Christmas Island, in Australia, dove nel periodo di ottobre un gruppo ben nutrito di granchi si muove compatto. Sono circa 50 milioni dalla corazza rossa e lasciano la foresta pluviale in favore delle zone di mare per avviare la fase riproduttiva. Perciò dal 1995 hanno dato il via alla costruzione di tunnel particolari, dentro i quali i granchi vengono incanalati superando le strade trafficate senza pericoli di sorta. Una trovata geniale, che sta risparmiando la vita a molti esemplari.

>>Impara il linguaggio degli elefanti

In Kenya, nella zona super trafficata di Nanyuki-Meru, è stato costruito un sottopassaggio per aiutare la circolazione degli elefanti. Per consentire a questi imponenti animali il loro storico percorso di migrazione, senza nessuna deviazione e pericolo di vita. In Olanda, invece, sono stati realizzati una serie di ponti e sopraelevate per garantire il passaggio a cervi, cinghiali e tassi. In questo modo gli animali passano indisturbati, raggiungendo senza ansia le zone verdi e la tranquillità.

Ad Amherst, in Massachusetts, è attivo dal 1988 un tunnel che permette alle salamandre maculate di raggiungere un piccolo laghetto dove avviene la loro riproduzione. Con il tempo gli esemplari hanno imparato a utilizzarlo, e ogni primavera si ripete il passaggio di massa. Infine nel Maryland l’astuzia e la necessità di alcuni animali ha trasformato molti canali di scolo in sottopassaggi naturali. Così, dopo aver sistemato alcune telecamere, il professore universitario J. Edward Gates ha scoperto come procioni e cervi se ne servissero regolarmente per cercare cibo. Ma principalmente per attraversare le strade senza il pericolo delle auto.

20 maggio 2013
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento