Il divertimento acquatico diventa amico dell’ambiente, per un turismo altamente sostenibile. All’interno di Villages Nature, a Parigi, nasce un nuovo parco acquatico completamente riscaldato dalla geotermia, per potersi immergere in qualsiasi momento dell’anno senza conseguenze dannose per l’ambiente.

Villages Nature è un progetto turistico residenziale voluto da Euro Disney S.C.A. e da Pierre & Vacances-Center Parcs, una struttura turistica all’avanguardia nei pressi della capitale francese. A 6 chilometri da Disneyland Paris e a 32 dalla capitale, il centro svela al pubblico Aqualagon, il più innovativo polo turistico in chiave ecologica d’Europa.

Il parco acquatico aprirà i battenti nel 2016 e si caratterizzerà per una laguna a cielo aperto di 2.500 metri quadrati, completamente riscaldata dalla geotermia locale. Con una temperatura dell’acqua costante a 30 gradi, la struttura permetterà di immergersi in qualsiasi momento dell’anno – anche in inverno. E per chi preferisse rimanere al coperto, il parco si estende con altri 9.000 metri quadrati di relax e divertimento, fino a diventare uno dei più grandi in Europa. Il tutto all’interno della cornice di Villages Nature, un progetto immobiliare che comprende 1.730 residenze.

Dalla struttura piramidale, Aqualagon si presenta come un sito green composto da cascate, piscine a onde, scivoli, fiumi attivi, divertimento per la famiglia e molto altro ancora. Raggiungendo la sommità della piramide, poi, sarà possibile ammirare l’intera estensione di Villages Nature così come dei boschi adiacenti. Il parco, elaborato dall’innovativo architetto Jacques Ferries, viene descritto come “un mondo uscito da un lago”.

L’impronta sostenibile non coinvolge solamente il parco acquatico, ma anche l’intero polo turistico: il fabbisogno idrico, dalle piscine al riscaldamento delle acque delle abitazioni, arriva infatti dal geotermico. Un’energia rinnovabile e sostenibile, priva dell’emissione di gas serra, capace di generare calore grazie a due pozzi scavati a 1.800 metri di profondità. Inoltre, data la presenza di strutture adeguate per lo sfruttamento del rinnovabile anche per la produzione di energia elettrica, l’intera area mira a raggiungere presto l’obiettivo delle zero emissioni.

Scelto dal Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente (UNEP) per partecipare al “Partenariato mondiale per il turismo sostenibile”, la struttura gode della certificazione dalle autorità d’Oltralpe come “operazione di interesse nazionale” e di “progetto di interesse generale”.

18 luglio 2014
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Raffaella, venerdì 18 luglio 2014 alle22:41 ha scritto: rispondi »

Molto interessante, facilitiamo la conoscenza e la facile applicazione in Italia senza burocrazia e costi elevatissimi

Lascia un commento