Stop ai pesticidi killer delle api. Torna a chiedere la conferma della messa al bando definitiva di questi veleni Greenpeace in occasione della riunione del Parlamento UE, durante la quale gli Stati Membri sono chiamati ad esprimersi in merito. Lo scorso gennaio dalla Commissione Europea è arrivata la prima decisione in tale direzione, con la proposta di una moratoria della durata di due anni per tre neonicotinoidi (imidacloprid, clothianidin e thiamethoxam) utilizzati sulle colture di cotone, mais, grano e colza, sia in polvere che in forma spray.

>>Leggi i termini del bando ai pesticidi tossici per le api proposto dalla Commissione UE

L’invito rivolto ai governi nazionali da Greenpeace è quello di resistere alle pressioni delle lobby dei pesticidi e salvaguardare l’immenso patrimonio rappresentato da questi insetti impollinatori. Sono molte le iniziative delle aziende produttrici di questi neonicotinoidi, tra le quali l’associazione cita Syngenta e Bayer, ad aver dato vita ad azioni volte a impedire la definitiva approvazione del divieto su scala europea.

L’importanza delle api è ormai stata sottolineata da molti e diversi studi, compresi quelli pubblicati dall’EFSA (Autorità europea per la sicurezza alimentare) e dall’EEA (Agenzia Europea per l’Ambiente). Particolare rilievo assume la loro attività di impollinazione per i raccolti agricoli, oltre a offrire nuovi possibili sviluppi in campo medico nella cura dell’HIV e dell’AIDS.

>>Scopri come dalle api possa arrivare in futuro una cura per l’HIV e l’AIDS

La necessità è ora di proteggere al più presto uno degli animali più importanti per la salute dell’ambiente e dell’uomo, legato a doppio filo con la stessa sopravvivenza dell’ecosistema. Come ha sottolineato Federica Ferrario, responsabile campagna Agricoltura di Greenpeace:

La comunità scientifica italiana, europea e mondiale ha messo in guardia più volte sul pesante contributo che neonicotinoidi e altri pesticidi apportano al drammatico declino delle api. Agire con urgenza per vietare questi prodotti, sia nella concia che nelle altre formulazioni, insieme agli altri pesticidi killer delle api, è il passo più urgente ed efficace per salvare le api e la loro opera essenziale per la nostra agricoltura e il nostro ecosistema.

14 marzo 2013
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento