Il gatto è un animale molto pulito poiché cura personalmente la propria igiene, ma come tutti i suoi simili è vittima di parassiti e insetti. Per consentire che la sua cute e il suo pelo risultino sempre sani, quindi che la casa non diventi preda delle pulci, è bene agire applicando un antiparassitario adatto. Sfortunatamente la cute del nostro amico non tollera perfettamente tutte le tipologie di antipulci, alcune possono risultare tossiche e altre anche letali. Inoltre è bene non utilizzare un prodotto per cani sulla pelle del gatto di casa, per non procurargli irritazioni, dermatiti e intolleranze.

Alcuni articoli, ad esempio, possono risultare più consoni per gatti piccoli o giovani; altri per animali maturi e anziani. Che sia un prodotto liquido, una fialetta, un collarino oppure in polvere, è importante saper scegliere quello migliore. Magari a base naturale che possa non aggredire il PH della pelle di Fufi, quindi svolgere il ruolo di repellente green. Infine se le disponibilità in commercio non soddisfano le esigenze personali è possibile realizzare uno spray fai da te, con ingredienti facili da reperire.

Antipulci naturali

Bagno antipulci

Wet kitten with fleas via Shutterstock

Per la salute del gatto può risultare utile scegliere prodotti di origine naturale, magari creati in casa. Ma il suo è un olfatto molto elaborato e raffinato, che poco tollera alcune combinazioni. Fragranze come limone, albero del tè verde, cannella e garofano possono risultare tossiche, in particolare per il fegato. L’olio di Neem invece potrebbe svolgere un’azione antisettica e lenitiva, come il tea tree oil, quindi gli oli essenziali al ginepro, eucalipto, timo e detergenti alla aloe vera.

Per ripulire la cute dalle pulci, se il micio lo consente, è bene effettuare un bagno con shampoo e prodotti specifici. In questo modo i parassiti potranno morire. Si procede spazzolando l’animale e passando nel pelo un pettine a denti stretti, che eliminerà gli ultime insetti e le uova. Si prepara un’acqua purificante immergendo alcuni rametti di rosmarino in acqua bollente, quindi si lascia in infusione. Si può utilizzare per pulire cute e pelo, oppure mescolata con un detergente naturale. Quindi si procede tamponando delicatamente il mantello del gatto con un panno imbevuto di olio alla lavanda. Quest’ultimo potrà risultare utile anche per rilassare e tranquillizzare il gatto.

Antipulci commerciali

Gli antipulci in commercio sono molti, dalla povere allo spot-on, dallo spray fino al collarino. Come anticipato meglio decidere per articoli con ingredienti naturali, perché Fufi è un animale delicato e non sempre tollera agenti aggressivi e invasivi. Come ad esempio l’Advantix, ottimo per i cani, ma non adattissimo per i mici. Il marchio Frontline propone il set fiale, spray e spot-on, quindi il Pi Guard contenente l’olio di Neem. Il collare Seresto rilascia gradualmente i principi attivi per una copertura prolungata contro i parassiti, mentre anche il marchio Protection fornisce una vasta gamma di articoli a base di olio di Neem. Grazie alle sue qualità svolge un valido compito come antibatterico, antinfiammatorio, antisettico, quindi contrasta la formazione di funghi e allontana gli insetti.

23 settembre 2014
Lascia un commento