Anne Hathaway, bondage vegano da Tom Ford

Anne Hathaway dimostra ancora una volta di essere un’attrice decisamente attenta alle istanze dell’ambiente e degli animali. E per farlo, strizza l’occhiolino al mondo della moda e alle maliziose fantasie del bondage. Durante la première de Les Misérables, musical di cui è protagonista, ha indossato un paio di stivali elaboratissimi che la stampa non ha esitato a definire “vegani”.

Sarà forse un termine improprio quello “vegan” per un paio di stivali, ma di certo ben rappresenta la filosofia che l’attrice da tempo sostiene: nessuna sofferenza per animali e ambiente. Così, per la sua apparizione sul red carpet, Anne Hathaway ha scelto un paio di stivali Tom Ford particolarmente hot ma decisamente sostenibili.

Realizzati in finta pelle, le calzature sono il tripudio di cinte e lacci. Si parte da una pianta del piede avvolta a sandalo, passando per una caviglia che si trasforma in stivale aggressivo, per concludere con lacci e cinturini sul ginocchio per un look da vera dominatrice. Un omaggio al bondage, così cita Ecorazzi, ma forse anche solo un modo per sdrammatizzare su un oggetto solitamente associato alla comunità BDSM. La dominanza dello stivale è infatti spezzata da un bellissimo abito vintage di Givenchy, anche questo recuperato per non infrangere l’etica di salvaguardia ambientale che l’attrice ha deciso di abbracciare. Un modo intelligente, in definitiva, per unire la personalità di Fantine, la prostituta interpretata nel film, e l’eleganza di cui la Hathaway è da sempre portavoce.

Non è la prima volta che l’attrice dimostra in pubblico il suo interesse per abiti che non provengano dallo sfruttamento animale. E non è nemmeno un segreto la scelta di dedicarsi a una dieta totalmente vegana, a cui si aggiungono delle iniziative mirate per la sensibilizzazione sulle crudeltà animali. In occasione del suo recente matrimonio – una cerimonia sostenibile, a minimo impatto ambientale e con un buffet totalmente vegan – PETA ha voluto premiare l’artista affidandole un vitello salvato dal macello. Tracy Reinman, vicepresidente dell’organizzazione animalista, aveva così motivato il singolare dono:

«Anne è la prova vivente di quanto siano belli i vegani, dentro e fuori. Anne dimostra come i vegani conducano il migliore stile di vita per la salute e per la società, perché salva dalla sofferenza gli animali»

16 dicembre 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento