Anne Hathaway, una delle paladine della dieta vegana, ha abbandonato il regime alimentare tornando a mangiare carne e pesce. Il cambio di piano alimentare non è stato indolore. L’attrice, in preda ai rimorsi per aver voltato le spalle al veganesimo, nei giorni scorsi si è sentita in dovere di chiedere scusa all’associazione animalista PETA, da sempre impegnata a promuovere stili alimentari cruelty-free anche servendosi di volti noti per sensibilizzare un maggior numero di persone.

Anne Hathaway ha rivelato di aver maturato la decisione di abbandonare la dieta vegana durante le riprese di Interstellar. Mentre stava girando una scena particolarmente impegnativa in acqua, l’attrice americana è caduta, rendendosi conto che i suoi livelli di energia e resistenza erano troppo bassi.

Da qui la scelta di tornare a consumare proteine animali. Il nuovo regime alimentare scelto dall’attrice è la dieta paleo che cerca di imitare l’alimentazione degli uomini primitivi. Quando ancora l’uomo non aveva iniziato a coltivare i cereali, l’alimentazione era costituita perlopiù da pesce e selvaggina.

Anne Hathaway ora segue un regime a basso contenuto di carboidrati, consuma molto pesce e afferma di sentirsi molto meglio rispetto a quando seguiva una dieta vegana. Ripensando alla sua parentesi vegana, l’attrice non ha dubbi e non tornerebbe indietro:

Non stavo bene, non mi sentivo in salute. Ero come priva di forze.

Anne Hathaway non è certo l’unica vegana pentita. Come dimostrato da recenti studi, ben l’84% dei vegani e dei vegetariani ritorna a una dieta a base di prodotti animali a un anno dall’inizio del regime.

L’idea che la dieta vegana sia insostenibile per l’organismo però è sbagliata: se seguito correttamente questo modello alimentare non comporta carenze e squilibri. A sostenerlo è Andrea Ghiselli, ricercatore del Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura:

L’idea che la signora Hatahway si sia sentita male a causa della dieta vegana da lei seguita mi sembra difficile da credere, a meno che non l’abbia seguita in maniera totalmente sbagliata. A differenza di 30-40 anni fa non ci sono più problemi di carenze proteiche nell’alimentazione occidentale, anzi, casomai le proteine animali assunte sono in maniera eccessiva.

Ghiselli spiega che grazie ad alimenti proteici come il tofu, il seitan e il tempeh e agli integratori di vitamina B12 e calcio, il veganesimo non provoca debolezza e deficit nutrizionali.

11 dicembre 2014
In questa pagina si parla di:
Immagini:
I vostri commenti
Danny, domenica 21 agosto 2016 alle21:21 ha scritto: rispondi »

Fabrizio, ti assicuro che l'attrice in questione ha molti più soldi di quanto possa spenderne, per cui escludo che la sua scelta sia stata foraggiata dai produttori di cibi di origine animale...Ha provato la dieta vegana, quasi sicuramente seguita da un nutrizionista vegano pagato a peso d'oro ma alla fine si è sentita stanca per la moke di lavoro a cui si era sottoposta ed è tornata alle proteine di origine animale e ad assumere vitamina B 12 con una dieta carnivora. Questo è quanto. Se poi alcune persone si sentono bene con dieta vegana sono felice per loro, ma condannare una libera scelta perché contrasta la propria visione del mondo è sbagliato ma soprattutto inutile...

gianluca, venerdì 4 settembre 2015 alle12:28 ha scritto: rispondi »

ci sono studi che dimostrano che la dieta vegana dopo anni fa sentire i suoi effetti disastrosi, quali la mancanza di vitamina B12 (quella delle alghe non è attiva!!!!); meglio una dieta con frutta, verdura (in quantità) semi oleosi, pesce , qualche legume (meglio il tofu). Alla lunga mangiare vegetariano inoltre distrugge l'intestino insieme ai carboidrati del grano (tutti!!!). Non solo, i carboidrati del grano (tutti!!!) hanno i cosiddetti elementi AGE che invecchiano precocemente le cellule del corpo umano. ci sono altri aspetti che non mi va di trattare qui, ma che dimostrano quanto sia sbilanciata la dieta vegana. Saluti

Fabrizio, venerdì 12 dicembre 2014 alle5:38 ha scritto: rispondi »

Per mè sono tutte balle seguo una dieta Vegana, E per avere energia basta mangiare cibi ad elevato contenuto di proteine "vegetali" ovviamente, come il latte di soia con cereali integrali, le alghe, il miele, e mangiare pasta e pane esclusivamente integrali, ovviamente tutti i tipi di frutta e verdura, i produttori di carne, latte, uova ecc, avranno pagato profumatamente l'attrice per questo cambio che promuove il consumo di proteine animali "dannose per il nostro organismo" ma che arricchiscono i produttori

Michael, giovedì 11 dicembre 2014 alle20:28 ha scritto: rispondi »

...mamma mia che problemi.......!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! va a lauràaa

Lascia un commento