Animali tripodi: cura e terapie

Amare un animale è un’esperienza molto importante, la sua presenza spesso può incidere positivamente sull’umore e sulla psiche dell’uomo. La convivenza prolungata rende il cane o il gatto, ad esempio, membro ufficiale del nucleo familiare. Per questo il suo stato di salute, la sua alimentazione, il suo umore ci riguardano in prima persona. Risulta importante che anche l’animale di casa sia sereno, felice e in salute. Può accadere che, per eventi collaterali, questi possa subire problematiche di salute tra cui l’amputazione di una zampa.

La sua condizione di animale tripode, per il cane o il gatto, può colpirci emotivamente e destabilizzarci. Ma in realtà la mancanza di una zampa non incide sull’equilibrio e sull’autonomia dell’animale, che prosegue con la sua quotidianità. Nonostante qualcuno pensi erroneamente che un cane tripode possa vivere una vita infelice, ciò non accade. La disabilità data dalla mancanza di una zampa non incide particolarmente, anzi l’assenza è relativa e spesso Fido o Fufi ristabiliscono autonomamente il loro equilibrio fisico.

Cause e motivazioni

Cane

Cane via Pixabay

Le cause che possono condurre un animale a perdere una zampa possono essere tante, dall’incidente fisico alla malattia. Ad esempio un tumore osseo può incidere sulla scelta di amputare la zampa, in particolare se molto aggressivo. Oppure patologie gravi, magari cancrena della zampa ma anche problematiche legate all’età. La mancanza di un arto permette al cane di trovare un nuovo assetto fisico, una nuova postura che permetta di ridistribuire il peso sulle altre zampe così da sopperire la mancanza. In questo modo l’animale non caricherà eccessivamente la colonna vertebrale, provocando dolore e sofferenza.

Per l’animale l’assenza è assorbita in modo positivo, un animale tripode si muove in modo equilibrato, può correre agevolmente, salire le scale, saltare, giocare, rotolarsi e nuotare. La gioia di vivere, l’energia innata, la voglia di scoprire, lo spingono a muoversi con scioltezza. Il compagno umano dovrà svolgere il ruolo di assistente, correggendo l’andatura nel caso Fido o Fufi concentrasse troppo il peso su una sola zampe. Permettendogli inoltre di dedicare un po’ di tempo al relax e al recupero di forze ed energia, senza dimenticare una ciotola di acqua fresca per reidratarsi correttamente.

Cure e consigli

Le cure per un cane tripode possono subentrare in un secondo momento della sua vita, caratterizzato dagli acciacchi della terza età. Magari una protesi, oppure un carrellino, potranno alleviare la fatica. Ma come sempre medicamenti e rimedi dovranno intervenire solo su indicazione del veterinario, solo se necessari. Un animale con tre zampe è un essere autonomo e indipendente, come tale va considerato e amato.

22 aprile 2014
Lascia un commento