Condividiamo case, spazi ed emozioni con molti animali, i nostri amici fedeli non solo convivono con noi ma spartiscono ritmi e abitudini. Spesso ognuno di loro conserva un bioritmo personale, che non sempre coincide con il nostro sonno e la veglia. Ad esempio il cane adora la vita diurna preferendo il buio per il riposo e il sonno. Esattamente come il lupo e lo sciacallo, che cacciano solo di giorno, il cane ha ereditato questa propensione. Per questo svolge le sue attività, i suoi giochi, le fasi educative durante le fasi di luce. Con qualche piccolo strappo per il sonnellino post pranzo.

>>Scopri i sogni dei cani

Un altro gruppo di animali amante del giorno è composto da canarini, uccellini e pappagallini. Già alle prime luci del sole questi piccoli volatili si rianimano, cantando e svolazzando per elogiare l’alba. Il resto della giornata appare molto frenetico e impegnato, che siano in gabbia o liberi, amano muoversi e interagire. Solo con il caldo prediligono una piccola siesta vigile, ma il momento del sonno è sempre rimandato al tramonto. I piccoli si concedono un sonno profondo e il meritato e agognato riposo quotidiano.

>>Leggi cosa comporta dormire con gli animali

C’è chi invece amava la vita serale come il gatto che, se in libertà, passa il tempo a bighellonare o cacciare. Come spesso accade ai gatti di campagna, impegnati in battute di caccia notturna o corteggiamenti amorosi. Se vive in appartamento il ritmo appare più il linea con il resto della casa, ma non sarà difficile sentirlo sgranocchiare di notte qualche croccantino avanzato nella ciotola. Come lui anche il coniglio si presenta al tramonto, giocando e socializzando con gli abitanti della casa. Per la notte è bene chiuderlo in gabbia con qualcosa da sgranocchiare.

>>Guarda come curare una cavia

I più temibili sono quegli animali che di notte si animano di vita ed entusiasmo, come ad esempio il criceto e la cavia. Per predisposizione naturale questi animaletti sono abituati a dormire tutto il giorno, mentre amano giocare e interagire di notte. Se fossero liberi andrebbero a caccia al buio, l’unico momento favorevole per la loro salvezza, la notte li proteggerebbe dai predatori. Per una buona convivenza, e un buon sonno, è bene spostare la gabbia in un’altra stanza dalla quale non possano giungere i rumori delle loro attività giocose.

18 giugno 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento