Animali domestici migliori per bambini

La presenza di un animale domestico in casa rappresenta una risorsa per tutta la famiglia, soprattutto per i più piccoli che, solitamente, esprimono il desiderio di poter contare su un compagno a quattro zampe per crescere e giocare. Accontentare questa richiesta non è tuttavia una decisione da compiere con facilità e senza tener conto di alcuni fattori determinanti, indispensabili anche per capire quale potrebbe essere l’amico più adatto per allietare le giornate dei bambini.

Prima di scegliere un animale da accogliere in famiglia, ad esempio, è importante capire se la vita quotidiana e gli impegni di ciascun membro consentono di avere del tempo da dedicare alla new entry, nonché se in casa si ha spazio a sufficienza. Fondamentale è anche stabilire alcune responsabilità, ovviamente tenendo conto delle esigenze dell’ospite e dell’età dei piccoli di casa, in modo da stabilire compiti e ruoli precisi.

=> => Scopri come adottare un cane salvato dallo sfruttamento


Ecco una carrellata degli animali domestici migliori per i bambini, ciascuno con le sue caratteristiche, necessità e risorse.

Cane e gatto

Cane e gatto

Il cane e il gatto sono spesso in cima alle preferenze dei piccoli di casa, tuttavia rappresentano anche i due animali domestici maggiormente impegnativi. Per quanto riguarda il cane, la possibilità di creare un legame duraturo e solido con tutti i membri della famiglia è certamente impagabile, ma la gestione quotidiana richiede spazio sufficiente e, soprattutto, abbastanza tempo da dedicargli. È importante, infatti, garantire al cane una presenza in casa che non si limiti a pochissime ore al giorno.

Il gatto, invece, può essere l’animale domestico ideale anche per coloro che non trascorrono molto tempo in casa ma che possono consentirgli di recarsi in giardino o in terrazzo. Escludendo possibili problemi di allergie, i bambini possono trovare nel gatto un compagno di gioco, ma è indispensabile prestare molta attenzione ai più piccoli, che potrebbero infastidire l’animale con troppe attenzioni e carezze non gradite.

Criceti e altri roditori

Cavia

Decisamente simpatici e meno impegnativi del cane e del gatto, sono i piccoli roditori come i criceti, i conigli nani e le cavie peruviane: possono vivere tranquillamente anche nelle case meno spaziose purché tenuti al sicuro nelle apposite gabbiette, avendo cura di garantire pulizia, alimentazione adatta e tempo per scorrazzare liberamente (nel caso dei conigli e delle cavie).

=> Scopri il rapporto tra bambini e animali da fattoria


Per i bambini le occasioni di gioco non mancano, così come il coinvolgimento nella somministrazione dei pasti: anche in questo caso, la supervisione di un adulto è fondamentale per evitare spiacevoli incidenti. Se i criceti sono particolarmente attivi nelle ore notturne, le cavie sono decisamente più tranquille e riescono a interagire notevolmente con chi le cura. Un’accortezza in più deve invece essere riservata ai conigli, che potrebbero rosicchiare cavi elettrici e altri oggetti nel momento in cui vengono lasciati liberi di gironzolare per casa.

Volatili

Canarini

Anche i volatili – tra canarini e diamantini ma anche pappagalli – sono molto apprezzati dai più piccoli, incantati dai colori e dal cinguettio. È proprio questa loro caratteristica, tuttavia, che potrebbe rappresentare un punto a sfavore soprattutto se lo spazio in casa è poco e ci sono bambini molto piccoli che hanno necessità di dormire indisturbati anche di giorno. Per quanto riguarda le possibilità di interazione con gli abitanti della casa, sono i pappagalli a dare le maggiori soddisfazioni.

Pesci e tartarughe

Tartaruga

Se non si ha molto tempo a disposizione da dedicare ai piccoli ospiti, adottare una tartaruga di terra potrebbe essere la soluzione giusta. È un animale indipendente ma i bambini potrebbero interagire con lei dandole da mangiare e osservando i suoi spostamenti, a patto però che la casa abbia un giardino attiguo e protetto.

Per quanto riguarda i pesci e le tartarughe acquatiche, un piccolo acquario può essere molto attrattivo per i bambini i quali potrebbero responsabilizzarsi occupandosi della somministrazione del cibo e aiutare nelle operazioni di pulizia.

13 febbraio 2018
Immagini:
Lascia un commento