Il comitato direttivo di ANIE Rinnovabili ha eletto con voto unanime il nuovo presidente. L’elezione è avvenuta il 21 aprile scorso nel corso dell’assemblea dei soci, svoltasi nella sede di ANIE Confindustria di via Lancetti a Milano. L’incarico è stato affidato ad Alberto Pinori, 46enne di origini genovesi laureato in giurisprudenza che vanta una grande esperienza nel mondo delle rinnovabili.

Pinori dal 2009 ricopre la carica di direttore generale di Fronius Italia, azienda attiva dal 1992 nel campo dell’energia solare che ha come mission la promozione dell’autosufficienza energetica. In ANIE Pinori ha già ricoperto il ruolo di vice-presidente del comitato direttivo.

Pinori succede a Emilio Cremona, in carica dal 2014 al 2016, che ha ora assunto la nuova carica di consigliere delegato per l’energia e l’ambiente. Il nuovo presidente di ANIE Rinnovabili si è impegnato a portare avanti le battaglie dell’associazione a favore delle energie pulite, delineando un nuovo piano di sviluppo all’insegna dell’efficienza ambientale e di un maggiore dialogo tra le associazioni di settore e le istituzioni chiamate a delineare le strategie energetiche nazionali. Tra gli obiettivi principali del nuovo programma di ANIE Rinnovabili figurano:

  • la stabilizzazione delle detrazioni fiscali per gli interventi di efficientamento energetico degli edifici, con un rinnovo delle agevolazioni di almeno 3 anni;
  • un meccanismo di incentivazione per la sostituzione dei tetti in amianto con impianti alimentati da fonti rinnovabili: dal fotovoltaico al mini-eolico;
  • l’estensione della detrazione del 65% al fotovoltaico combinato con altre tecnologie che già godono dell’ecobonus;
  • l’apertura di un confronto con l’AEEG sulla riforma delle bollette elettriche non domestiche;
  • il coinvolgimento nella formulazione del nuovo decreto ministeriale sulle FER elettriche diverse dal fotovoltaico.

Pinori si è detto onorato del suo nuovo ruolo all’interno di ANIE Rinnovabili:

Assumo con orgoglio questo incarico, consapevole dell’importante sfida che mi aspetta. Nei prossimi mesi svilupperemo tante idee a sostegno di tutte le fonti pulite e di un settore che riteniamo strategico per l’industria italiana e per tutto il Paese.

26 aprile 2016
Immagini:
Lascia un commento