Degli E-Cat piccoli come “pillole di antibiotico” che portati a temperatura altissima “esplodano” in una camera di sicurezza donando calore? Una follia? Probabilmente sì, ma una proposta del genere è stata davvero fatta ad Andrea Rossi tramite i commenti al suo blog

E la risposta di Rossi non è stata quella di farsi due risate, ma di rispondere che l’idea era buona, ma che farci un prototipo sopra non è per nulla facile. E di confessare di stare lavorando davvero a miniaturizzare gli E-Cat.

Questa è senza dubbio una notizia interessante. Se da tempo il reattore a fusione fredda creato dall’ingegnere/filosofo italiano è visto come un prodotto pensato per grandi strutture industriali, in origine la versione di punta doveva essere la declinazione domestica. Ovvero una specie di boiler capace di creare acqua calda, abbattendo i costi del riscaldamento sanitario e degli ambienti.

Problemi con i test di sicurezza avevano convinto Rossi che il “gatto” domestico era da rimandare ad un futuro ancora da definire. Il fatto che si lavori, oggi, su reattori piccoli, dimostra probabilmente che l’idea originale non è stata del tutto abbandonata.

Il tempo ci dirà se queste speranze verranno ancora una volta deluse o se davvero siamo vicini ad una rivoluzione energetica di proporzioni difficilmente immaginabili.

8 aprile 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
Renzo, giovedì 25 febbraio 2016 alle13:12 ha scritto: rispondi »

Il futuro delle prossime generazioni sarà nelle mani di tutti non di pochi come ora

Luciano, domenica 11 gennaio 2015 alle16:03 ha scritto: rispondi »

Speriamo che questa rivoluzione avvenga presto. Facendo l'avvocato del diavolo però, si può notare come dalla nostra bolletta del riscaldamento, lo stato, incamera molte centinaia di euro, pro capite. Difficile che molli l'osso e che faccia venire fuori la verita. A meno che, non si inventi un balzello che compensi i mancati introiti.

Giancarlo Bianchini, giovedì 6 novembre 2014 alle2:33 ha scritto: rispondi »

idea rivoluzionaria e molto interessante, vorrei sapere possibilmente, se e quando verrà liberalizzata la vendita e quando si potrà ordinare oppure prenotare. Grazie per l'informazione e complimenti ancora a un 'altro italiano che cambierà la storia! Grande!

nadia, lunedì 4 agosto 2014 alle11:17 ha scritto: rispondi »

se mi dite dove si può fare l ordine sono pronta all acquisto

vincenzo, venerdì 11 aprile 2014 alle13:34 ha scritto: rispondi »

spero che al piu presto questo e cat domestico sia in commercio perche e una energia pulita che non inquina l'ambiente e avere anche un ritorno economico

Lascia un commento