Andare in bici non danneggia le funzioni sessuali e urinarie

Andare in bici non è la causa di danni alle funzioni sessuali e nemmeno a quelle urinarie. Un nuovo studio ha rivelato che le preoccupazioni in tal senso non hanno motivo di esistere.

A volte chi pratica il ciclismo può essere afflitto dalla preoccupazione che questo sport possa danneggiare le parti riproduttive degli uomini, aprendo la strada ad infezioni urinarie e ad altre patologie, come la disfunzione erettile. I ricercatori dell’University of California di San Francisco sono riusciti a dimostrare che chi va in bicicletta può contare perfino su una funzione erettile migliore.

=> Andare in bici al lavoro per dimagrire efficace come la palestra

Ecco perché gli stessi esperti sono convinti che sia importante incentivare questo tipo di attività fisica, visto che non ci sarebbero rischi e si trarrebbero degli importanti benefici cardiovascolari.

Gli studiosi hanno intervistato 4 mila ciclisti, nuotatori e persone dedite con regolarità alla corsa. Hanno considerato i loro eventuali problemi di salute legati alle parti riproduttive e urinarie e l’intensità, oltre che la frequenza, dello sport praticato.

=> Leggi pedalare in bici fa bene alla salute e all’economia

Coloro che amavano andare in bici hanno risposto anche a delle domande che riguardavano il tipo di bicicletta, il sedile, l’altezza del manubrio e le altre caratteristiche del loro stare seduti sulla bici. I risultati, che sono stati pubblicati sul Journal of Urology, non hanno mostrato differenze fra la salute sessuale e urinaria dei ciclisti, quella dei nuotatori o di coloro che praticavano la corsa.

Gli esperti inoltre hanno notato che coloro che erano soliti andare in bici più degli altri potevano contare su una funzione erettile complessivamente migliore.

12 gennaio 2018
Immagini:
Lascia un commento