Scegliere di lasciare a casa la macchina per praticare metodi di spostamento più sostenibili come l’uso della bici dà sicuramente un grande vantaggio per l’ambiente, ma può essere anche un toccasana per la nostra salute, dal punto di vista piscologico (riduce i livelli di stress), ma anche da un punto di vista prettamente fisico. Uno studio scientifico che arriva dalla University of Southern Denmark dimostra infatti come tra i vantaggi ce ne siano di specifici legati alla riduzione del rischio di contrarre il diabete.

I ricercatori hanno analizzato la salute di 50 mila persone dai 50 ai 75 anni e hanno osservato che chi usava le due ruote regolarmente manifestava il 20% di possibilità in meno di ammalarsi di diabete, rispetto a chi non faceva uso della bici. Questo è ciò che è stato dimostrato al di là delle condizioni fisiche preesistenti, relativamente ad età, peso, tipo di alimentazione seguito e preparazione atletica.

Pedalare infatti aiuterebbe a sviluppare tutti i muscoli delle gambe, con effetti di tonificazione e di aumento del livello dei grassi “bruciati”, migliorerebbe il processo di trasporto del glucosio nel sangue e in tal modo ridurrebbe e stabilizzerebbe il tasso glicemico comportando una riduzione del rischio di aumento del livello di zuccheri nel sangue.

Lo studio norvegese ha talmente convinto che il gruppo di ricercatori stesso si è speso per una campagna di promozione che propone di sostituire gli altri mezzi di trasporto con la bici anche per andare al lavoro. Si tratta di un processo di trasformazione della mobilità urbana che sta coinvolgendo diverse nazioni. Alcune da questo punto di vista sono più avanti, come la Francia e l’Olanda, altre sono più indietro e tra queste c’è anche l’Italia, nonostante in alcune città vedere i lavoratori recarsi sul luogo di lavoro in bici sia la normalità.

Perché l’uso di tale mezzo possa essere implementato non basta però solo la buona volontà di chi decide di scegliere un tipo di mobilità più sostenibile, servono anche infrastrutture che permettano un viaggio in condizioni di sicurezza e di stress ridotto. Ecco che da questo punto di vista sono i Governi e le amministrazioni locali che devono essere convinti di quale possa essere il vantaggio di una trasformazione della viabilità urbana in una direzione più ecologica, ma anche più salutare, per la mente e per il corpo dei cittadini.

18 luglio 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
I vostri commenti
Ing, lunedì 18 luglio 2016 alle13:41 ha scritto: rispondi »

Quindi il fatto che la salute di chi usa la bicicletta è migliore, dipende dal fatto che usano la bicicletta o più semplicemente chi usa la bicicletta è in generale più attento alla salute degli altri?

Lascia un commento