Andare a dormire stressati danneggia la salute. Secondo uno studio condotto dalla Normal University di Pechino e pubblicato su Nature Communications il proverbiale “dormirci su” rappresenterebbe in realtà un errore. In occasione di un evento stressante o traumatico la mente ha necessità di provvedere all’eventuale processo di rimozione degli eventi negativi, depotenziandone così l’effetto nocivo per la psiche, mentre il sonno favorirebbe al contrario l’azione di fissaggio dei ricordi in memoria.

=> Scopri cause e sintomi dello stress

Durante lo studio, guidato dalla Prof.ssa Yunzhe Liu, ai 73 soggetti coinvolti sono state mostrate delle figure con volti neutri in associazione a immagini con espressioni che esprimevano forti emozioni negative come ad esempio un cadavere o un bambino in lacrime.

=> Scopri i benefici della lavanda nel combattere l’ansia

Una volta trascorsi 30 minuti dalla prima fase è stata mostrata ai soggetti ciascuna figura neutra, chiedendo loro di ricordare quale fosse l’immagine negativa associata. In un secondo momento si è proceduto in maniera analoga, salvo il chiedere in questo caso ai partecipanti di provare a evitare tale associazione.

Questa seconda fase è stata ripetuta una ulteriore volta allo scadere delle 24 ore, evidenziando come la capacità di rimozione dei ricordi negativi sia inferiore se preceduta da una notte di sonno.

Stando ai dati presentati dai ricercatori cinesi la rimozione è risultata efficace nel 9% dei casi in occasione del primo test (dopo 30 minuti) e in appena il 3% una volta trascorse 24 ore. Cercare di rilassarsi prima di dormire assumerebbe quindi un ruolo importante nel garantire un impatto minore degli eventi traumatici sulla mente.

1 dicembre 2016
Fonte:
Lascia un commento