Anche il gatto ama la dubstep

Non è l’animale domestico né di Skrillex e nemmeno di Burial, ma questo gattino ama follemente la musica tecno e dubstep. In un video recentemente apparso sulle pagine di YouTube, ormai fucina creativa per i gatti più strepitosi, si ammira questo felino di origini russe dimenarsi come un pazzo sulle note di “Who’s That Chick (Afrojack Dubstep Remix)” di David Guetta e Rihanna.

Non appena parte il ritmo sincopato, il micino agita la testa in piena trance musicale, ricordando un perfetto partecipante dei rave party più intensi. Sarà davvero la musica a divertilo o, in realtà, vi è qualche trucchetto alla base?

Sebbene l’ipotesi del micio-Skrillex sia particolarmente allettante, si nota in realtà come a causare la danza del gatto sia ben altro. È infatti il padrone che lo invita a muoversi attirandolo con un lieve fascio di luce, forse una torcia elettrica: il gatto, semplicemente, segue con i movimenti della testa gli spostamenti della fonte luminosa. Un fatto comune a tutti i felini: i gatti, soprattutto i cuccioli, vanno letteralmente pazzi per luci, lampade, giochini al LED.

L’idea, tuttavia, di montare il filmato unendo il ritmo della musica con quello della testa del gatto risulta geniale. Sarà anche per l’oscurità del girato stesso, o per l’espressione allucinata del micio tipica da balli sfrenati a notte fonda, ma l’effetto simpatia è davvro assicurato. E chissà che in futuro non vengano prodotte delle compilation dupstep proprio per gli amici a quattro zampe. La sfida è quindi aperta ai cani: dopo il gatto di Skrillex, ci attendiamo il doberman di Burial?

20 marzo 2012
Fonte:
Lascia un commento