Anche i gatti possono essere mancini

Anche i gatti, in modo del tutto analogo a quel che accade nell’uomo, possono risultare mancini. È quanto dimostra un nuovo studio, condotto dalla Queen’s University di Belfast, nel sottolineare come anche i felini domestici possano manifestare una certa preferenza per una delle due zampe anteriori. E non è tutto, poiché sembra che vi sia una precisa suddivisione anche in base al sesso.

I ricercatori hanno analizzato un campione di 44 gatti, di cui 24 maschi e 20 femmine, di diversa provenienza, razza e abitudine altrettanto differenziate. Gli esperti hanno quindi raccolto dati sul loro comportamento, in particolare concentrandosi su quale zampa possa risultare dominante nelle loro azioni quotidiane: scendere le scale, afferrare del cibo, acchiappare una preda oppure un giocattolo.

=> Scopri perché i gatti fanno bene all’economia


Dai dati, è emerso come il 73% del campione esprima una precisa preferenza per la zampa destra oppure per quella sinistra, con una evidente separazione fra esemplari maschi e femmine: i primi favorirebbero la sinistra, dimostrandosi così mancini, mentre le seconda la destra.

Per quanto possa risultare abbastanza ininfluente per i proprietari la conoscenza delle abitudini feline in fatto di zampe, lo studio ha in realtà un’importante rilevanza in ambito scientifico. Così come sottolineato da Deborah Wells, esperta di psicologia e comportamento animale, i dati rimarcano la differenza che spesso sussiste negli animali maschi e femmine a livello cerebrale, tanto da giustificare quale area del cervello venga maggiormente attivata nell’esecuzione di alcuni compiti.

=> Scopri i trucchi per socializzare un gatto randagio


Non è però tutto, poiché la preferenza potrebbe sottolineare anche un’inclinazione caratteriale. I gatti mancini apparirebbero infatti più energici, curiosi e anche confusionari rispetto alle controparti, un fatto tuttavia non pienamente giustificato dalle sole zampe. Considerando proprio la distribuzione abbastanza netta in base al sesso, infatti, il comportamento potrebbe essere influenzato anche da precisi fattori di tipo ormonale.

26 gennaio 2018
Fonte:
Lascia un commento