L’amuchina, disinfettante a base di acqua e ipoclorito di sodio, viene spesso utilizzata per garantire la pulizia e l’igiene di tutto l’ambiente domestico. Appartiene al gruppo di prodotti che hanno come componente principale composti chimici, efficaci ma talvolta non adatti alle pelli più sensibili, soprattutto se usati quotidianamente.

=> Scopri i luoghi meno igienici della casa


Esistono numerose alternative naturali a questo tipo di disinfettanti, in grado di detergere e annientare altrettanto efficacemente germi e batteri, salvaguardando benessere e portafoglio.

Sono soluzioni di facile preparazione e realizzate con ingredienti naturali, che possono essere adoperati per la disinfezione della casa, per la cura della persona, per la pulizia di frutta e verdura e, ancora, per igienizzare gli oggetti maneggiati dai bambini.

Igiene della casa

Protagonisti della pulizia delle superfici domestiche, ma non solo, sono senza dubbio l’aceto, il bicarbonato di sodio e il succo di limone.

L’aceto rappresenta un potente antibatterico low cost, in grado di neutralizzare la carica batterica anche nelle superfici più esposte a questo tipo di microrganismi, come i sanitari. Le possibilità d’uso sono molteplici: usato puro aiuta a disincrostare, lucidare e deodorare tubature e stoviglie, così come a eliminare la muffa se lasciato agire per alcune ore prima del risciacquo. Ancora, una soluzione di aceto e acqua calda può essere utilizzata per la pulizia del frigorifero e dell’interno del forno, eliminando anche i cattivi odori.

=> Scopri gli usi del bicarbonato


Il bicarbonato di sodio è un ottimo lucidante e detergente per l’acciaio: i risultati migliori si ottengono preparando un composto a base di questo elemento e di acqua, da spalmare direttamente sulle superfici da pulire lasciando agire anche per una notte intera, avendo cura di coprire con più strati di pellicola trasparente.

Il limone, unito all’aceto e all’acqua, si trasforma in un potente detergente con proprietà disinfettanti: per utilizzarlo con facilità è preferibile versare la soluzione ottenuta all’interno di un contenitore dotato di nebulizzatore, da spruzzare direttamente sulle superfici.

In cucina

Disinfettare accuratamente frutta e verdura è indispensabile, soprattutto quando si hanno bambini in casa e per salvaguardare la salute delle future mamme, tenendo lontano il rischio di contrarre la toxoplasmosi. Sciacquare questi alimenti sotto l’acqua corrente non è sufficiente, tuttavia un’ottima disinfezione si ottiene immergendoli per alcuni minuti in una bacinella d’acqua in cui è stato disciolto un cucchiaio di bicarbonato. Eventuali residui di terra si depositeranno sul fondo.

Bucato igienizzato

Il percarbonato di sodio è una risorsa utile per smacchiare gli indumenti e igienizzare il bucato: è possibile aggiungere questo sbiancante ecologico nei lavaggi a mano e in lavatrice.

Sterilizzare gli oggetti dei bambini

La presenza di neonati e bambini in casa richiede qualche attenzione in più all’igiene e alla pulizia, non solo delle superfici ma anche degli oggetti maneggiati dai più piccoli. Il modo più semplice e sicuro per disinfettare è la sterilizzazione: esistono contenitori appositi, utilizzabili anche nei forni a microonde, tuttavia è sufficiente immergere per qualche minuto succhiotti e biberon in acqua bollente.

Mani igienizzate e protette

La pelle delle mani è delicata, costantemente esposta al contatto di germi e batteri: per igienizzarle anche fuori casa è utile portare con sé un’emulsione realizzata miscelando acqua distillata e oli essenziali.

Tra questi il Tea tree Oil, il limone e l’eucalipto rappresentano i più efficaci. Anche l’aloe vera in gel si rivela un disinfettante fai da te pratico ed efficace.

10 febbraio 2017
Immagini:
Lascia un commento