Un’amicizia particolare, quella tra il Pit Bull Zoey e il piccolo Mike Bristor, un’unione nata per caso che ha salvato la cagnolina dal rifugio e da una vita in gabbia. Da tempo la Berea Animal Rescue cercava per Zoey una casa e una famiglia comprensiva perché, la giovane, era stata consegnata dall’ex proprietario poiché sorda. Sei mesi di box per la cucciola durante i quali aveva imparato il linguaggio dei segni e i comandi base, grazie all’educatrice Amy Fischer. La madre di Mike, Courtney Gilliam, era venuta a conoscenza della storia del cane attraverso i media e le richieste del rifugio, quindi aveva deciso di creare una connessione con il figlio.

Il piccolo, anche lui sordo dalla nascita, possiede due impianti cocleari che gli consentono di sentire perfettamente. Ma se dorme, oppure fa la doccia o nuota, deve scollegarli tornando a perdere l’udito. Courtney, colpita dalle incredibili capacità di Zoey – al tempo Zora – ha deciso di fare la conoscenza della cagnolina accompagnata dal figlio. Il primo impatto è risultato subito energico e pieno di esuberanza, la giovane Zoey era risultata piuttosto iperattiva. Per questo, per osservarla meglio, il trio si era concesso un secondo incontro più calmo e meno agitato. Questo l’ha convinta ad accogliere il cane nella loro casa a North Ridgeville in Ohio, dove Zoey ha imparato gradualmente nuovi spazi, regole e tempistiche.

Nonostante un po’ di riluttanza iniziale a dormire nella sua cuccia, ha compreso che nessuno l’abbandonerà più, godendosi questo nuovo calore casalingo. Il legame con Mike è molto forte e, grazie all’aiuto dell’educatrice, lui e la madre comunicano con Zoey attraverso il linguaggio dei segni che si sta arricchendo giorno dopo giorno. La cucciola al contempo ha imparato a risultare meno irruenta e iperattiva, ma non rinuncia a ricoprire Mike di abbracci, leccate e baci a ogni suo ritorno da scuola. Quando non sono impegnati a correre in giardino, scaricando le energie in eccesso, i due si sdraiano felici sul pavimento appoggiando la testa sopra un cuscino, perdendosi in un abbraccio.

7 aprile 2016
I vostri commenti
Sandra del Prato, giovedì 7 aprile 2016 alle11:18 ha scritto: rispondi »

meraviglioso

Lascia un commento