C’è amianto nel Terzo Valico, ma non avrebbe rappresentato un problema per alcuni dirigenti intercettati dalla Guardia di Finanza. Una frase emerge con forza dalle intercettazioni: “Tanto la malattia arriva fra trent’anni…”, registrata dalle cimici degli agenti e che è stata attribuita al superdirigente Ettore Pagani.

Le intercettazioni sono state registrate nel luglio 2015 all’interno degli uffici del Cociv (che realizzerà l’Alta Velocità Genova-Milano), mentre Guardia di Finanza e Carabinieri indagavano (dietro mandato della Procura di Roma e di quella di Genova) su alcune presunte assegnazioni illegali da parte del consorzio.

=> Leggi la proposta estensione Ecobonus a rimozione amianto

La conversazione registrata sarebbe avvenuta tra Pagani e un soggetto ancora da individuare. Quest’ultimo avrebbe espresso preoccupazione all’ex numero due Cociv riguardo la presenza di amianto nelle rocce e le misure da adottare in tal senso. La risposta sarebbe quindi stata quella sopracitata, ovvero:

Tanto la malattia arriva fra trent’anni…

=> Amianto nella pasta Das prodotta negli anni ’70, leggi i dettagli

Lo stesso Pagani nominato a suo tempo responsabile per il progetto del Ponte sullo Stretto di Messina, il cui studio preliminare era stato commissionato alla Impregilo (Gruppo Salini-Impregilo elemento chiave del consorzio Cociv).

Appalti sospetti per il Terzo Valico elemento centrale nella più generale inchiesta sulle grandi opere, che vede tra l’altro indagini in corso per quanto riguarda la Salerno-Reggio Calabria e il “People Mover” di Pisa. Chiesto dall’ANAC (Autorità anti-corruzione con alla guida Raffaele Cantone) il commissariamento del Cociv.

Molti i rischi per la salute derivanti dalla presenza di amianto nelle rocce del Terzo Valico, non soltanto quello citato da Pagani (in riferimento al mesotelioma polmonare). A sottolinearlo Valerio Gennaro di Medici per l’Ambiente:

Il punto è che i rischi per la salute di cittadini e lavoratori, oltre che per l’ambiente non si limitano al mesotelioma che, anzi, è la malattia più rara e con un tempo di incubazione di 45 anni di media. Pensiamo, piuttosto ad altri cancri, agli incidenti sul lavoro, all’inalazione da parte degli operai del diesel, cancerogeno, sprigionato dai macchinari nei cantieri.

Sarebbe interessante cogliere l’occasione per tornare a fare ricerca e monitoraggio sulle cause di mesotelioma e altri tumori, purtroppo abbiamo tempi troppo lenti nella misurazione di queste malattie.

19 gennaio 2017
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Via:
Lascia un commento